>

Sindrome di Gilbert e caffeina

La caffeina è benefica per il fegato? Assumere la caffeina può migliorare la sindrome di Gilbert? Quali sono i migliori rimedi naturali per la sindrome di Glibert secondo la ricerca scientifica? Continua con la lettura dell’articolo per scoprirlo!

La sindrome di Gilbert è un disturbo genetico del fegato in cui il corpo non è in grado di elaborare correttamente la bilirubina: uno scarto metabolico di colorazione giallastra prodotta dalla scomposizione di vecchi globuli rossi. 

I pazienti con sindrome di Gilbert presentano livelli elevati di bilirubina (iperbilirubinemia), poiché possiedono un basso quantitativo di uno specifico enzima epatico responsabile dell’eliminazione della birilubina.

La maggior parte dei soggetti affetti da iperbilirubinemia non presenta sintomi. (condizione asintomatica).

In alcuni casi possiamo notare una leggera colorazione giallastra di pelle ed occhi. L’ittero potrebbe non essere evidente fino all’adolescenza. 

I livelli di bilirubina possono aumentare in seguito a stress, sforzo fisico, disidratazione, consumo di bevande alcoliche, digiuno e/o infezione. In alcuni soggetti, l’ittero può essere evidente solo quando innescato da una di queste condizioni.

Sebbene la sindrome di Gilbert possa manifestarsi poco dopo la nascita, potrebbe non essere riconosciuta per molti anni. 

Episodi di lieve ittero possono comparire nei giovani adulti ed è più comune nei maschi, rispetto alle femmine.

Alcuni sintomi che potrebbero sperimentare i soggetti affetti da elevati livelli di birilubina nel sangue includono:

  • Affaticamento
  • Debolezza muscolare
  • Disturbi digestivi
  • Nausea
  • Disagio addominale
  • Diarrea

La caffeina migliora la salute del fegato?

Alcuni studi rilevano che assumere la caffeina potrebbe aiutare a rallentare le patologie epatiche, oltre a supportare efficacemente la salute del fegato.

Il consumo di caffè è associato ad un rischio minore di sviluppare patologie del fegato, come le epatiti e il fegato grasso.

Sebbene alcuni studi abbiano dimostrato gli effetti benefici della caffeina sulla salute del fegato è anche vero che consumare caffè può causare anche effetti indesiderati.

Ci sono alcuni gruppi di persone che dovrebbero evitare di assumere questa sostanza, come le persone ansiose o depresse, poichè il consumo di caffeina aumenta il livello di stress nel corpo. (aumento di cortisolo e adrenalina).

Alcune ricerche hanno rilevato che un aumento di stress è collegato ad un aumento di infiammazione del corpo, fattore che potrebbe peggiorare la salute dell’organismo.

Caffeina e Sindrome di Glibert

Questo studio ha analizzato gli effetti della caffeina in pazienti con sindrome di Glibert.

La ricerca ha rilevato che l’assunzione di caffeina da parte dei soggetti con sindrome di Gilbert ha alterato la velocità di reazione del 27%.

Questo significa un peggioramento delle funzionalità epatiche e quindi un segnale che potrebbe indicare che le persone con Sindrome di Gilbert dovrebbero evitare di consumare caffeina e caffè. 

Andiamo a scoprire nel dettaglio i migliori rimedi naturali per migliorare la Sindrome di Gilbert

Rimedi naturali per le persone con Sindrome di Gilbert

Evita il digiuno e le diete ipocaloriche

Segui una dieta sana ricca di vitamine e minerali. Elimina o quantomeno riduci il consumo di cibi industriali, bibite gassate, drink alcolici, carne rossa, cereali raffinati, fritti, dolci ecc..

Consuma alimenti amici del tuo fegato

I ricercatori hanno individuato alimenti naturali in grado di migliorare la salute del fegato. I cibi che dovresti seriamente includere nella tua dieta sono:

UVA: L’uva, soprattutto quella rossa e viola, possiede alti livelli di resveratrolo, una molecola antiossidante che può ridurre l’infiammazione, lo stress ossidativo, oltre a migliorare le funzionalità epatiche.

Alcuni studi hanno rilevato che l’assunzione di estratto di semi d’uva migliora significativamente le funzionalità epatiche in pazienti con steatosi epatica non alcolica dopo tre mesi di integrazione. ( VAI ALLA RICERCA )

VERDURE CRUCIFERE: Broccoli, cavoli, cavolfiori e altre verdure crucifere possono aiutare a proteggere l’organo epatico oltre a migliorare la depurazione e la disintossicazione dell’organismo. 

SUCCO DI BARBABIETOLA ROSSA: Il succo di barbabietola rossa possiede spiccate proprietà antinfiammatorie, anticancerogene ed antiossidanti. 

FRUTTI DI BOSCO: Cerca di aumentare l’assunzione di mirtilli rossi, lamponi, mirtilli neri, fragole ecc… poiché possono aiutare a migliorare la tua condizione epatica. Sono un vero concentrato di nutrienti benefici.

Miglior integratore per le persone con Sindrome di Gilbert

Assumi durante la giornata 150 mg di cardomariano due volte al giorno per disintossicare il fegato e ridurre il rischio di sviluppare patologie epatiche.

La silimarina è un principio attivo contenuto nel cardiomariano, studiato dai ricercatori principalmente per le sue incredibile proprietà disintossicanti e protettive nei riguardi del fegato.

Se soffri di disturbi del fegato, come la Sindrome di Gilbert potresti prendere in seria considerazione di assumere un buon integratore di cardo mariano.

Gli integratori di cardomariano vengono regolarmente utilizzati dalle persone con problematiche epatiche e danni al fegato causate da patologie, come l’epatite, il cancro epatico e la patologia epatica alcolica. (VAI ALLA RICERCA ) (VAI ALLA RICERCA)

Sono davvero numerose le ricerche che hanno dimostrato netti miglioramenti nelle funzionalità epatiche di pazienti con disturbi del fegato inseguito all’assunzione di integratori di cardomariano.

Questo potrebbe dipendere dalla capacità del cardomariano di ridurre l’infiammazione epatica e i danni al fegato. (VAI ALLO STUDIO).

Riduci lo stress

Una ricerca ha rilevato che lo stress può aumentare l’infiammazione del fegato, e quindi aumentare la probabilità di sviluppare disturbi epatici. Ci sono diverse strategie naturali che puoi mettere in atto per ridurre i tuoi livelli di stress, come praticare la meditazione consapevole, il qi gong o lo yoga.

Probiotici

I probiotici sono batteri buoni che vivono nel tratto intestinale.

Quando c’è uno squilibrio di batteri patogeni nel tratto digestivo si parla di disbiosi intestinale.

La disbiosi intestinale è una condizione associata ad un rischio maggiore di patologie e danni al fegato.

Se vuoi migliorare la tua condizione epatica devi aumentare l’assunzione di cibi ricchi di probiotici, come il kefir, oppure optare per un buon integratore di probiotici di qualità da almeno 50 miliardi di CFU al giorno.

Una ricerca scientifica ha dimostrato che l’assunzione di un buon integratore di probiotici può aiutare a migliorare la salute epatica, oltre a prevenire tutta una serie di condizioni e patologie.

Fai esercizio fisico

L’esercizio quotidiano non solo aiuta a combattere lo stress e a migliorare la salute cardiaca, ma i ricercatori hanno scoperto che aiuta anche a ridurre l’infiammazione e lo stress ossidativo.

Una ricerca scientifica condotta sulle patologie del fegato legate al sovrappeso e all’obesità ha rilevato che l’esercizio fisico praticato per 3 mesi ha portato ad un miglioramento incredibile nella funzionalità epatica. 

Camminare, correre, andare in bicicletta o nuotare sono tutte attività molto utili per migliorare la salute del tuo fegato.

Domande più frequenti

Le persone con Sindrome di Gilbert possono assumere la caffeina?

No, le persone con questa malattia genetica del fegato dovrebbero limitare l’assunzione di bevande contenenti caffeina. 

Qual è il miglior integratore alimentare per le persone con Sindrome di Gilbert?

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona. Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei

Leave a Reply

Your email address will not be published.