>

La mancanza di vitamina d fa ingrassare ?

La mancanza di vitamina d fa ingrassare ? Ci sono prove che una carenza cronica di questa vitamina possa rendere difficoltosa la perdita di peso ? 

Molti studi sono concordi nell’affermare che la vitamina d ha un ruolo importantissimo nel favorire il dimagrimento e la perdita dei chili in eccesso.

L’obesità o l’eccesso di peso potrebbe essere combattuto semplicemente sintetizzando questa vitamina tramite i raggi solari o attraverso l’utilizzo di specifici integratori, sopratutto durante l’inverno, quando le nostre scorte di vitamina d sono ormai carenti e limitate.

Quindi, se  ti stai allenando come un pazzo/a , stai facendo una dieta da “fame”, ma i risultati tardano ad arrivare, potresti essere carente di vitamina d, e rendere vani tutti i tuoi sforzi.

Bene, cerchiamo di capire più nello specifico, cosa è la vitamina d, e perchè le persone con problemi di peso dovrebbero evitare una sua carenza nell’organismo.

La vitamina D, nota anche come vitamina del sole, è essenziale per il normale funzionamento del corpo. Questa vitamina liposolubile è sintetizzata dalla pelle  quando è esposta alla luce solare.

 La vitamina D è essenziale per il mantenimento della salute di denti e ossa.

 È fondamentale per mantenere il corretto funzionamento del sistema immunitario, del sistema nervoso e del cervello. 

Inoltre,  svolge un ruolo importantissimo nella perdita di peso, quindi è importantissimo seguire una dieta ricca di alimenti che contengano questa vitamina.

La mancanza di vitamina d fa ingrassare? Ecco, perchè non riesci a perdere peso!.

Nonostante moltissime persone seguano regolarmente workout intensi, non riescono a perdere efficacemente i chili in eccesso, e se tali insuccessi dipendessero in buona parte da una carenza di vitamina d?

Si stima che circa il 80% della popolazione italiana soffra di ipovitaminosi d. La carenza di vitamina d oltre a rendere difficoltoso il dimagrimento, aumenta il rischio di soffrire di ansia, depressione, attacchi di panico, fragilità ossea, mancanza di concentrazione e debolezza muscolare.

A differenza delle altre vitamine, la vitamina d è un vero e proprio ormone, che viene sintetizzata dalla cute attraverso i raggi solari.

Gli studiosi hanno scoperto che chi ha poca vitamina d è più grasso,  quindi aumentare l’assunzione di questa sostanza è indispensabile per qualsiasi soggetto che sta ricercando una perdita del tessuto adiposo.

Gli studiosi hanno scoperto che la vitamina d permette di dimagrire grazie alle sue proprietà “bruciagrassi”, in quanto innalza il tasso metabolico dell’organismo, e quindi c’è un maggiore consumo di energia con conseguente calo di peso.  

Migliora la ricomposizione corporea, in quanto permette il mantenimento della massa magra a discapito della massa grassa.

 

La vitamina d elimina il tessuto adiposo ?

La vitamina d è riconosciuta da tutti i medici come una vitamina a forte azione dimagrante, in quanto favorisce la demolizione della massa adiposa e regola i livelli della fame.

Molte persone con problemi di peso, hanno il problema di non sentirsi mai sazi, e ciò, favorisce l’accumulo di adipe sulle cosce, sui fianchi, sui glutei e sull’addome.

La vitamina d aiuta a regolare la leptina.

La leptina è un ormone sintetizzato dal tessuto adiposo, e la sua funzione è quella di comunicare al corpo quando smettere di mangiare

Nelle persone magre questo ormone è presente in buone quantità, e quindi sono meno propense a fare abbuffate eccessive di cibo.

La vitamina d aumenta i livelli di questo ormone, facilitando la perduta di peso nei soggetti obesi.

Bassi livelli di leptina – l’ormone della sazietà – sono collegati ad una peggiore funzionalità dell’insulina, predisponendo il soggetto a  malattie metaboliche come il diabete di tipo 2. 👉 Glicemia 170 dopo mangiato?

 Il corpo forma nuove cellule adipose per immagazzinare il grasso in eccesso consumato da un individuo. La vitamina D può ridurre la formazione di queste nuove cellule, poichè non consente la creazione di spazio aggiuntivo per immagazzinare il grasso.

Migliora la tonicità muscolare e la massa magra

Bene, oltre a modulare il senso di fame, ed aumentare il metabolismo, la vitamina d aumenta il testosterone, l’ormone ” brucia-grassi” per eccellenza.

Il testosterone è un ormone lipolitico, infatti demolisce i grassi, favorendo il mantenimento della muscolatura e la tonicità dei tessuti.

Riesce ad eliminare anche le cellule adipose più ostinate, come il grasso intramuscolare. Le persone con eccesso di massa grassa, solitamente presentano livelli di estrogeni e prolattina elevati, e livelli di testosterone spesso inferiori alla norma.

La vitamina d ha un potente effetto dimagrante sopratutto in quei soggetti che vogliono eliminare i chili di troppo sul girovita e sull’addome.

Solitamente un eccesso di massa grassa sull’addome, è determinata da un eccesso di sedentarietà e da un’alimentazione eccessiva ricca di zuccheri, come snack, biscotti, dolcetti e cereali raffinati, tutti alimenti che aumentano eccessivamente la glicemia. 👉Migliori integratori per abbassare la glicemia

La vitamina D migliora la sensibilità insulinica, prevenendo il diabete di tipo 2.

Non è un caso che il diabete, venga solo nei soggetti con un eccesso di massa corporea. 

Livelli di questa vitamina bassi, predispone sopratutto nel gentil sesso , a problemi di ritenzione idrica e ad inestetismi cutanei come la  “pelle a buccia d’arancia“.

L'eccesso di massa grassa intrappola la vitamina d ?

Ma perchè le persone obese o in sovrappeso  presentano una carenza cronica di vitamina d?

La vitamina d è una vitamina liposolubile, e in presenza di un eccesso di tessuto adiposo, la questa sostanza rimane intrappolata nell’adipe, impedendo alla vitamina di raggiungere il torrente sanguigno.

Le persone con massa corporea eccessiva fanno molta fatica a convertire la vitamina d, nella sua forma disponibile.

Inoltre, le persone in sovrappeso sono meno propense ad esporsi al mare, per paura di essere giudicate o prese in giro.

 

La mancanza di vitamina d fa ingrassare e predispone il soggetto alla depressione?

La vitamina d svolge un ruolo importantissimo nell’organismo, infatti regola l’umore e il benessere.

Una carenza di vitamina d è collegata a bassi livelli di dopamina e serotonina, due neurotrasmettitori che aumentano la felicità e l’euforia.

Le persone carenti di queste sostanze, si sentono costantemente tristi, depresse, ansiose e con problemi di vitalità.

La depressione moltissime volte è collegata all’obesità, che a sua volta si collega ad una carenza cronica di vitamina d.

È un ciclo continuo, più ingrassi, più intrappoli la vitamina d nel tessuto adiposo e più ti senti depresso e con poca energia.

Un costante senso di ansia e depressione può portare il soggetto a stimolare la cosiddetta ” fame compulsiva ” , il cibo ricopre un ruolo essenziale nelle persone affette da questo problema, la tristezza e l’infelicità vengono eliminate attraverso l’ingestione di grandi quantità di cibo, che possono portare certi individui ad arrivare a pesare anche più di 150 chili, peggiorando incredibilmente il loro stato di salute.

Bassi livelli di serotonina sono collegati all’insonnia o a un sonno disturbato e poco ristoratore.

Cosa dicono gli studi scientifici ? La vitamina d è davvero carente nelle persone obese ?

Nel 2015 i ricercatori dell’Università di Milano hanno scoperto che gli integratori di vitamina D hanno aiutato le persone obese a perdere più peso. Altri studi hanno scoperto che l’accumulo di grasso della pancia e un peso maggiore sono associati a livelli più bassi di vitamina D.

È interessante notare che gli studi hanno anche scoperto che la perdita di peso è accompagnata da un aumento dei livelli di vitamina D.

 Uno studio pubblicato sul British Journal of Nutrition ha mostrato che le donne che assumevano vitamina D e calcio insieme perdevano più peso rispetto alle donne che assumevano un placebo.

Una parte del cervello chiamata ipotalamo,  aiuta a regolare gli ormoni,ed è  influenzata dalla vitamina D. Se i livelli di vitamina D sono bassi, l’ipotalamo dice al tuo corpo di trattenere le sue riserve di grasso. Se stai assumendo abbastanza vitamina D, l’ipotalamo dice al corpo di rilasciare le riserve di grasso.

Un’altra ricerca pubblicata sul Nutrition Journal afferma che l’assunzione di vitamina D aumenta il testosterone, la serotonina, la dopamina e riduce drasticamente i livelli di grasso corporeo.

Uno studio recente ha rilevato che le donne con grasso corporeo complessivo e grasso addominale (pancia) più elevati, e gli uomini con livelli elevati di grasso epatico e addominale avevano maggiori probabilità di essere carenti di vitamina D (Rafiq, 2018). E una revisione del 2016 di 15 studi ha rilevato che il livello di vitamina D di una persona può essere “leggermente migliorato” perdendo peso (Mallard, 2016).

Uno studio ha rilevato che le donne in sovrappeso o obese che hanno assunto un integratore di vitamina D per sei settimane “hanno ridotto significativamente” il peso, la circonferenza della vita e l’indice di massa corporea (BMI), rispetto a un gruppo di controllo (Khosravi, 2018).

Come assumere la vitamina del sole?

Ci sono tre modi per aumentare i livelli di vitamina d nel sangue e sono:

  • attraverso la dieta
  • attraverso l’utilizzo di integratori
  • attraverso l’esposizione ai raggi solari
Ogni giorno devi consumare almeno 400 UI di vitamina d.
Più invecchiamo, e più il nostro sistema di sintetizzare la vitamina d si indebolisce.

Fortunatamente la vitamina d può essere  immagazzinata a differenza delle vitamine idrosolubili, che vengono eliminate quotidianamente attraverso l’urina, il sudore e le feci.
 
 
 
 

Dimagrisci al sole: ecco le regole per un’esposizione “bruciagrassi”

Il miglior modo in assoluto per aumentare i livelli di vitamina d nel nostro corpo è esporsi al sole, ma ci sono alcune regole da seguire per massimizzare gli effetti positivi di questa pratica.

  • Esponiti al sole prima che la pelle si arrossisca eccessivamente, ed evita assolutamente qualsiasi tipo di scottatura solare, che può favorire la comparsa del cancro della pelle. ( il tempo ideale è dai 10 ai 15 minuti di sole.)
  • Non utilizzare subito la crema, infatti tutti questi prodotti chimici non permettono una corretta sintesi di vitamina d.
  •  cerca di esporti al sole solo nelle ore meno calde come 8:00-10:00 ; 16:00-20:00, sopratutto se sei un fototipo 1 o 2.

Alimenti ricchi di vitamina d

I cibi più ricchi di vitamina d sono:

  • il tonno
  • il merluzzo
  • le sardine
  • le uova
  • il formaggio
  • lo yogurt
  • l’olio di fegato di merluzzo

Migliore integratore di vitamina d

Non solo problemi di peso, ecco cosa rischia un soggetto con carenza di questa vitamina

Ecco cosa si rischia ad avere livelli di vitamina d bassi nel corpo. Tra queste:

  • depressione
  • ansia 👉 Approfondisci la correlazione tra livelli di vitamina d bassi e ansia
  • rachitismo
  • malattie autoimmuni come la sindrome del colon irritabile e la fibromialgia
  • problemi cardiovascolari 
  • sclerosi multipla
  • osteoporosi
  • ipertensione 
  • osteopenia

Chi è più a rischio di carenza ?

  • Hai la pelle naturalmente scura (hai alti livelli di melanina, il che rende più difficile l’assorbimento della vitamina D)
  • Sei anziano o hai più di 70 anni
  • Sei in sovrappeso o obeso
  • Non bevi latte
  • Non mangi pesce
  • Non mangi tuorli d’uovo
  • Trascorri la maggior parte del tempo in casa
  • Quando ti capita di essere fuori, utilizzi  la crema solare
  • Vivi in un clima settentrionale dove il sole è raro
  • Vivi in una grande città, dove edifici alti ostruiscono la luce solare diretta
  • Vivi in un posto fortemente inquinato

Considerazioni finali

No, la mancanza di vitamina d non fa ingrassare, non ci sono studi che possono affermare con assoluta certezza questa correlazione, ma è chiaro che un deficit di questa sostanza può favorire l’accumulo di adipe ed impedire un corretto dimagrimento.

Per eliminare ogni dubbio, occorre misurarsi ogni mese e mezzo i livelli di vitamina d, e in presenza di tale carenza, correre subito ai ripari.

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona. Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei