>

Carenza di vitamina d e tiroide: Una carenza di questa vitamina può portare a problemi tiroidei?

Che correlazione esiste tra la carenza di vitamina d e i problemi alla tiroide?

La vitamina D è un nutriente che svolge moltissime funzioni importanti nell’organismo, tra cui rinforzare le ossa, potenziare il sistema immunitario, e proteggere la salute del cervello.

L’organismo è in grado di produrre la vitamina d in modo autonomo tramite i raggi solari.

Tuttavia, se per vari motivi non è possibile assorbire la luce solare durante la giornata, è possibile fare scorta di questa importantissima vitamina tramite il consumo di alimenti, come il salmone, lo sgombro, il tuorlo d’uovo, i latticini e gli alimenti fortificati. 

Le cause più comuni che possono portare ad una carenza di questa vitamina sono:

  • utilizzo di creme solari
  • avere la pelle scura: La pelle scura è in grado di sintetizzare meno vitamina D rispetto alla pelle chiara, a parità di ore trascorse al sole.
  • non prendere il sole durante la giornata
  • avere problemi di malassorbimento intestinale
 

Ci sono studi scientifici che suggeriscono che la carenza di vitamina D è associata a vari disturbi della tiroide, soprattutto quelli causati da malattie autoimmuni, come la Tiroidite di Hashimoto, e il Morbo di Grave.

Tiroidite di Hashimoto e carenza di vitamina D

La tiroidite di Hashimoto è una patologia autoimmune che si verifica quando i linfociti (globuli bianchi che fanno parte del tuo sistema immunitario) attaccano e distruggono in modo graduale le cellule tiroidee.

Gli ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea sono il t3 e il t4. Il danno graduale alla tiroide porta ad un’insufficiente produzione degli ormoni tiroidei. L’ipotiroidismo porta ad alcuni spiacevoli effetti collaterali, tra cui:

Ci sono molti studi che collegano la carenza di vitamina D alla tiroidite di Hashimoto. Le ricerche hanno rilevato che le persone con il morbo di Hashimoto presentano livelli di vitamina d inferiori, rispetto alle persone senza questa condizione tiroidea. 
Allo stesso modo, si è scoperto che maggiore è la carenza di questo ormone, e peggiore sono i sintomi correlati all’Hashimoto. (1) (2)
 
Ma perché i soggetti con la tiroidite di Hashimoto presentano livelli inferiori di vitamina d?
Nei soggetti con morbo di Hashimoto ci sono due condizioni che possono diminuire l’assorbimento, e la produzione della vitamina D, e sono:
  • Sindrome del colon irritabile: Si è osservato che questa patologia è molto frequente nei soggetti con la tiroidite di Hashimoto. Questa patologia digestiva può causare un malassorbimento della vitamina d, peggiorando i sintomi di carenza vitaminica.
  • Livelli alti di cortisolo sono associati a bassi livelli di vitamina D. La vitamina D è una vitamina sintetizzata a partire dal colesterolo. Quando il soggetto è eccessivamente stressato, le scorte di colesterolo nel corpo vengono utilizzate per produrre il cortisolo, e non rimane sufficiente colesterolo per produrre la vitamina D.

Morbo di Grave e livelli bassi di vitamina D

La malattia di Graves è la causa più comune di tiroide iperfunzionante (ipertirodismo). In questa condizione autoimmune, i globuli bianchi attaccano la tiroide, provocando una produzione eccessiva di ormoni tiroidei, che porta nel soggetto a sperimentare uno o più di questi sintomi, che includono:

  • tachicardia
  • insonnia
  • ansia
  • malassorbimento intestinale
  • mancanza d’aria

Alcune ricerche scientifiche hanno dimostrato che i pazienti con il morbo di Grave hanno maggiori probabilità di avere livelli bassi di vitamina D, rispetto alle persone senza questa condizione. Utilizzare un buon integratore di vitamina D potrebbe correggere, e migliorare la funzionalità della tiroide. (3) (4) (5)

Cancro alla tiroide e carenza di vitamina D

Nella ricerca scientifica ci sono studi molto contrastanti sui benefici dati dall’assunzione di vitamina D nei soggetti con cancro alla tiroide.

Alcuni, suggeriscono che potrebbero aiutare a ridurre la sintomatologia, mentre altri studi non trovano nessun reale beneficio dall’utilizzo di integratori di vitamina d nei soggetti affetti da forme cancerose alla tiroide.

Ci vorranno ulteriori ricerche scientifiche per confermare l’efficacia della vitamina d nei pazienti con cancro alla tiroide.

Domande più frequenti

Cos’è la tiroide?

La tiroide è una ghiandola endocrina a forma di farfalla che produce gli ormoni tiroidei. Questi ormoni controllano il metabolismo, la condizione di pelle, unghie e capelli, la frequenza cardiaca, la digestione, la funzione cardiovascolare e i tessuti ossei e articolari.

A cosa serve la vitamina D?

La vitamina D è una vitamina molto importante per la salute ossea, ed è necessaria per assorbire minerali come calcio e fosforo.

Senza una quantità sufficiente di vitamina D, questi minerali non possono essere assorbiti dal corpo. La vitamina D è molto importante per una buona salute generale, e solo da pochi anni i ricercatori stanno scoprendo che svolge altri importantissime funzioni nel corpo umano. Tra queste, ci sono quelle relative :

  • al sistema immunitario
  • alla funzione muscolare
  • alla funzione cardiocircolatoria e respiratoria
  • allo sviluppo cognitivo
Una carenza di vitamina D può portare a disturbi della tiroide?
Molti studi associano livelli di vitamina d bassi a problemi tiroidei, come la Tiroidite di Hashimoto e il Morbo di Grave.

Articoli correlati
 

Fonti scientifiche

(1) https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/23337162/

(2) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC7284826/

(3) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4446781/

(4) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3536951/

(5) https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4133032/

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona. Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei