>

Dieta e Tiroidite di Hashimoto: Che alimentazione seguire?

Che dieta devono seguire le persone con la tiroidite di Hashimoto?

La tiroidite di Hashimoto, nota anche come tiroidite linfocitica cronica, è la causa più comune di ipotiroidismo di uomini e donne. È una malattia autoimmune che provoca l’infiammazione cronica della tiroide.

 

La tiroidite di Hashimoto è una patologia autoimmune che distrugge gradualmente il tessuto tiroideo. La tiroide viene attaccata dai linfociti, globuli bianchi che fanno parte del sistema immunitario.

La tiroide è una ghiandola endocrina a forma di farfalla che si trova alla base del collo. Secerne ormoni che hanno importantissime proprietà su quasi tutti gli organi dell’organismo, inclusi cuore, polmoni, scheletro, sistema nervoso centrale e digestivo.  Inoltre, controlla il metabolismo basale e la temperatura corporea.

I principali ormoni secreti dalla tiroide sono la tiroxina (T4) e la triiodotironina (T3).

L’andamento finale di questa patologia porta ad una produzione insufficiente di ormoni tiroidei, causando tutta una serie di problematiche, anche gravi all’organismo.

Come influisce la dieta sui soggetti con la Tiroidite di Hashimoto?

La dieta e lo stile di vita svolgono un ruolo fondamentale nella gestione della Tiroidite di Hashimoto, poiché molte persone scoprono che la sintomatologia di questa malattia, persiste anche attraverso il consumo di farmaci. 

Gli studi scientifici suggeriscono che molti sintomi collegati alla Tiroidite di Hashimoto derivano da un’infiammazione sistemica del corpo. 

L’infiammazione dell’organismo è spesso collegata ad un regime alimentare errato, poichè consumare cibi ipercalorici, ricchi di sale, conservanti, e poveri di nutrienti può portare a gravi problemi digestivi, come il malassorbimento intestinale, alla colite, e alla gastrite, che a loro volta aumentano l’infiammazione generale dell’organismo. Quindi, indirettamente, la dieta può davvero fare la differenza nel diminuire la sintomatologia nei pazienti affetti da Tiroidite di Hashimoto

In conclusione, le modifiche alla dieta e allo stile di vita sono tappe fondamentali per ridurre il rischio di altri disturbi, poiché le persone con malattia di Hashimoto hanno un rischio più elevato di sviluppare condizioni autoimmuni, colesterolo alto, obesità e diabete Leggi lo studio

La ricerca mostra che eliminare determinati alimenti, assumere integratori e apportare modifiche al proprio stile di vita può migliorare significativamente i sintomi e la qualità della vita.

Inoltre, questi cambiamenti possono aiutare a ridurre l’infiammazione, rallentare o prevenire i danni alla tiroide, aiutandoti a gestire il peso corporeo, la glicemia e i livelli di colesterolo.

Nota bene: I cambiamenti nella dieta e nello stile di vita possono ridurre significativamente i livelli di anticorpi, migliorare la funzione tiroidea e ridurre i sintomi causati dalla malattia di Hashimoto.

Suggerimenti alimentari basati su studi scientifici

Ecco alcune indicazioni dietetiche basate su studi scientifici per aiutare le persone a guarire dalla malattia di Hashimoto.

Elimina il glutine dalla dieta

Molti studi indicano che le persone con Tiroidite di Hashimoto hanno maggiori probabilità di avere la celiachia, rispetto alla popolazione generale. Come tale, gli studiosi raccomandano che i soggetti con diagnosi di tiroidite di Hashimoto si sottopongano allo screening per la celiachia (Vai allo studio).

Inoltre, ci sono alcuni studi che suggeriscono, che seguire regimi alimentari privi di glutine possano diminuire la gravità dei sintomi nei pazienti con l’Hashimoto.

In questo studio si è analizzato per 6 mesi le conseguenze di una dieta priva di glutine su 34 donne affette da tiroidite di Hashimoto. Una dieta priva di glutine ha ridotto i livelli di anticorpi tiroidei, migliorando la funzione tiroidea e i livelli di vitamina D, rispetto al gruppo di controllo (Vai allo studio).

Molti altri studi osservano che le persone con malattia di Hashimoto – o malattie autoimmuni in generale – probabilmente traggono beneficio da una dieta priva di glutine anche se non hanno la celiachia Vai allo studio,.

Se sei abituato a consumare un’alimentazione ricca di glutine, ti consiglio di diminuire o eliminare completamente questi alimenti dalla tua alimentazione. Potresti seguire una dieta gluten-free, almeno per i primi 3 mesi per osservare i possibili miglioramenti. Ci sono moltissimi cibi che le persone con la celiachia possono consumare. 

Prendi in seria considerazione di eliminare i latticini

L’intolleranza al lattosio è molto comune tra i soggetti affetti da tiroidite di Hashimoto. Vai allo studio.

In uno studio condotto su 83 donne con malattia di Hashimoto, al 75,9% è stata diagnosticata un’intolleranza al lattosio. Vai allo studio.

Come per il glutine, ti consiglio di eliminare i latticini per almeno 3 mesi, al fine di osservare i possibili benefici derivanti dall’assenza di questi alimenti nella dieta. Molte persone, anche quelle non affette dalla malattia di Hashimoto, hanno osservato un miglioramento drastico dai problemi di natura digestiva.

Per le persone affette dal morbo di Hashimoto eliminare i latticini può migliorare la funzionalità della tiroide e l’assorbimento dei farmaci.

Tieni presente che questa strategia potrebbe non funzionare per tutti, poiché alcune persone con Hashimoto tollerano perfettamente i latticini .

Basa la tua alimentazione su cibi antinfiammatori

L’infiammazione può peggiorare drasticamente i sintomi della malattia di Hashimoto. Pertanto, una dieta antinfiammatoria ricca di frutta e verdura può migliorare tutta la sintomatologia.

Uno studio su 218 donne con il morbo di Hashimoto ha rilevato che i marcatori di stress ossidativo – una condizione che causa infiammazione cronica – erano più bassi in coloro che mangiavano frutta e verdura più frequentemente (Vai allo studio).

La tua alimentazione dovrebbe basarsi su frutta, verdura, spezie, cereali integrali, e pesce grasso, tutti alimenti dalle forti proprietà antinfiammatorie. Tutte le malattie antinfiammatorie del corpo sono causate da un’acidificazione eccesiva dei tessuti.

Quindi, il miglior modo per alcalinizzare tutto l’organismo è seguire un percorso dietetico a base di cibi antinfiammatori.

Elimina la soia e limita i cibi gozzigeni

Se stai seguendo una dieta specifica per la tiroidite di Hashimoto, cerca di limitare i cibi gozzigeni. Questi alimenti sono ricchi di goitrogeni, sostanze presenti nelle verdure crucifere e nei prodotti a base di soia. I goitrogeni sono sostanze che impediscono una corretta funzionalità tiroidea.

Tuttavia, le verdure crucifere sono altamente nutrienti, e cuocerle diminuisce la loro attività gozzigena. Pertanto, è improbabile che interferiscano con la funzione tiroidea a meno che non vengano consumati in quantità estremamente elevate. Vai alla ricerca

Alcune prove suggeriscono che la soia diminuisca la funzionalità tiroidea, quindi molte persone con Hashimoto scelgono di evitare i prodotti a base di soia . Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche mediche. 

Cibi da mangiare

Se hai la patologia di Hashimoto, un regime nutrizionale ricco di nutrienti può aiutare a ridurre la gravità dei sintomi e migliorare la tua salute generale. Cerca di basare la tua alimentazione su questi cibi. 

  • Frutta: banane, arance, mele, pere, more, lamponi, cocomero, melone ecc..
  • Verdure : carote, finocchio, rucola, bietola, asparagi lattuga, radicchio ecc..
  • Grassi sani: avocado,  olio di cocco, olio d’oliva, ecc.
  • Proteine animali: salmone, merluzzo, tacchino, gamberetti, pollo, orata, ecc.
  • Cereali senza glutine: riso integrale, amaranto, quinoa, grano saraceno ecc.
  • semi oleosi: anacardi, mandorle, noci del Brasile, semi di girasole, semi di zucca, pistacchi, ecc..
  • Legumi: ceci, fagioli neri, lenticchie, ecc.
  • Latticini e sostituti non caseari (fortificati con calcio e / o vitamina D): latte di cocco, yogurt di cocco, latte di mandorle, latte di anacardi, yogurt intero non zuccherato, formaggio di capra, ecc.
  • Spezie, erbe aromatiche e condimenti: curcuma, basilico, rosmarino, paprika, zafferano, pepe nero, zenzero, miele, succo di limone, aceto di mele, ecc.
  • Bevande: acqua, tè non zuccherato, acqua frizzante, ecc.

Tieni presente che alcune persone con il morbo di Hashimoto evitano alcuni dei cibi sopra menzionati, come i cereali e i latticini. È importante sperimentare la tua dieta per scoprire quali cibi funzionano meglio per te.

Alimenti da evitare

Eliminare o limitare certi cibi dalla dieta, può aiutare a ridurre i sintomi nei soggetti affetti da Tiroidite di Hashimoto.

I cibi da eliminare o ridurre sono:

  • Zuccheri aggiunti e dolci: soda, coca cola, sprite, redbull, monster, torte, gelati, pasticcini, biscotti, caramelle, cereali zuccherati, zucchero da tavola, ecc.
  • Fast food e cibi fritti: patatine fritte, hot dog, pollo fritto, kebab, pizza ecc.
  • Cereali raffinati: pasta bianca, pane bianco, tortillas di farina raffinata, riso di farina raffinata , ecc.
  • Alimenti e carni altamente trasformati: cene surgelate, salumi, pancetta, salsiccia, wurstel, ecc.
  • Cereali e alimenti contenenti glutine: grano, orzo, segale, cracker, pane, ecc.
alimentazione tiroidite di hashimoto

Esempio di dieta quotidiana per le persone con tiroidite di hashimoto

La dieta quotidiana che vedrai fra poco, va intesa come un esempio da cui prendere spunto assieme al proprio dietologo o nutrizionista. Prima di seguire un particolare regime nutrizionale occorre andare da un nutrizionista, e in condizioni di poca salute, chiedere anche un consulto al proprio dottore. Non siamo tutti uguali, un cibo che funziona per il 95% delle persone, al restante 5% può  arrecare danno. 

Esempio di menù quotidiano

Colazione

Frullato di due mele e una banana 

Pranzo

80 grammi di riso integrale alle zucchine – 100 grammi di salmone pescato in mare (non di allevamento, è molto importante) – insalatona mista ( finocchio, carota, e lattuga cruda) con un cucchiaio di olio extra vergine biologico

Merenda

Una spremuta di due arance

Cena

100 grammi di nasello (non di allevamento) – insalatona mista a piacere – cucchiaio di olio extra vergine d’oliva

Altre importantissime indicazioni alimentari

  • Mastica ogni boccone almeno 50 volte. La digestione inizia nella bocca. Più mastichi e più alleggerisci il lavoro digestivo dello stomaco. Una buona masticazione è importante per il benessere del corpo. Imparare a masticare mi ha salvato la vita.
  • Consuma la frutta sempre da sola. La frutta per essere digerita ha bisogno di soli 30 minuti, al contrario dei cereali, e delle fonti proteiche che ne richiedono più di un’ora e mezza. Mangiare la frutta a fine pasto, come spesso succede, può peggiorare la digestione e la salute del corpo.
  • Bevi almeno 1.5 di acqua al giorno lontano dai pasti.

Quali sono i migliori integratori per la Tioridite di hashimoto?

I migliori integratori, che possono aiutare a ridurre l’infiammazione e gli anticorpi tiroidei nei pazienti con la tiroidite di Hashimoto sono:

  • Selenio
  • Zinco
  • Vitamina D
  • Magnesio

Selenio

Gli studi dimostrano che l’assunzione di 200 mcg di selenio al giorno può aiutare a ridurre gli anticorpi della perossidasi antitiroidea (TPO) e migliorare la salute nelle persone con Tiroidite di Hashimoto.

Vai agli studi: (1) (2)

Zinco

Lo zinco è un minerale importantissimo per la funzione della tiroide. Gli studi scientifici suggeriscono che se utilizzato da solo, o in concomitanza del selenio, l’assunzione giornaliera di 30 mg di questo minerale, può aumentare la produzione ormonale della tiroide, nei pazienti affetti da ipotiroidismo.

Vai agli studi: (3) (4)

Vitamina D

I soggetti con il morbo di Hashimoto hanno dimostrato avere livelli di vitamina D estremamente più bassi, rispetto alla popolazione generale. Oltre a ciò, ci sono alcune ricerche scientifiche che collegano livelli di vitamina D bassi ad una sintomatologia più grave nei pazienti con Hashimoto.

Vai agli studi: (5) (6)

Magnesio

Bassi livelli di questo minerale sono associati ad un aumentato rischio di malattia di Hashimoto e anticorpi tiroidei più elevati. Inoltre, la correzione delle carenze di magnesio può migliorare i sintomi nelle persone con malattie della tiroide.

Vai agli studi: (7) (8)

Domande più frequenti

Quali sono i sintomi della Tiroidite di Hashimoto?

Ci sono molti sintomi che possono suggerire una funzionalità tiroidea ridotta, tra cui:

  • aumento di peso corporeo, senza aver cambiato dieta
  • diminuzione della forza muscolare
  • eccessiva stanchezza
  • cute eccessivamente secca
  • costipazione
  • ansia
  • insonnia
  • bradicardia
  • concentrazione molto limitata
  • temperatura corporea fredda
  • unghie deboli e fragili
  • pressione sanguina elevata

Ho la tiroidite di Hashimoto e ho sempre la pancia gonfia, perchè?

Non è raro che soggetti con tiroidite di Hashimoto presentino anche problemi di cattiva digestione, come eccessiva flatulenza, gonfiore addominale e costipazione. Tutti questi problemi derivano dalla presenza di un metabolismo lento, che è causato da un’insufficienza di ormoni tiroidei.

Purtroppo l’Hashimoto è in grado di influenzare negativamente tutte le funzioni dell’organismo, tra cui anche quella digestiva, e ciò, può causare il problema della pancia gonfia. Scopri tutte le cause di questo problema.

I soggetti con tiroidite di Hashimoto possono bere i caffè?

No, i soggetti con il morbo di Hashimoto dovrebbero evitare di consumare il caffè, in quanto questa bevanda ha molti effetti collaterali, tra cui:

  • aumenta l’infiammazione del corpo
  • limita la conversione degli ormoni tiroidei da t4 a t3. 
  • Peggiora l’assorbimento della levotiroxina, farmaco utilizzato dai soggetti ipotiroidei
  • favorisce la disbiosi intestinale e il reflusso gastroesofageo

Posso andare al mare se ho la tiroidite di Hashimoto?

Solitamente le persone affette da ipertiroidismo peggiorano la loro sintomatologia stando al mare, ma i soggetti ipotiroidei, come quelli affetti da tiroidite di Hashimoto possono ottenere molti benefici dai raggi solari, tra cui:

  • migliore produzione di vitamina D
  • aumento di produzione delle endorfine
  • diminuzione di ansia e depressione
  • vitalità aumentata

Qual è la migliore colazione per un soggetto con il morbo di Hashimoto?

Potresti consumare due o tre frutti freschi biologici, a Km 0

Conclusioni finali

Adesso conosci la migliore dieta che dovrebbe seguire una persona con Tiroidite di Hashimoto. Cerca di consumare almeno il 30% delle calorie totali della dieta, tramite il consumo di cibi crudi, ricchi di enzimi, minerali, vitamine ed acqua biologica.

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona. Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei