>

Quali sono le cause ginecologiche del gonfiore addominale?

Quali sono le cause ginecologiche del gonfiore addominale? Scoprilo subito!

Una delle condizioni più comuni che può interessare la maggior parte della popolazione mondiale è il gonfiore addominale, disturbo conosciuto anche con il nome di pancia gonfia.

Generalmente il problema dell’addome gonfio colpisce prevalentemente il genere femminile, poiché alcune cause responsabili del gonfiore addominale sono causate da squilibri ormonali tipici della gravidanza, della fase pre mestruale e di disturbi femminili, come ad esempio la sindrome dell’ovaio policistico.

Se stai cercando le migliori strategie naturali per combattere questo fastidioso problema sei nel posto giusto! 

In questa pagina infatti scoprirai dettagliatamente le cause e i migliori consigli scientifici per combattere il tuo rigonfiamento addominale.

NOTA BENE: In moltissimi casi il gonfiore addominale dipende da abbinamenti alimentari sbagliati, dieta scorretta, consumo eccessivo di cibo, masticazione eccessivamente veloce, parlare e ridere mentre si mangia ecc…

In questo caso occorre migliorare il tuo comportamento a tavola.

Andiamo a scoprire immediatamente le cause più comuni di addome gonfio.

Le cause del gonfiore addominale sono davvero moltissime, tuttavia le più comuni sono:

DIETA SBAGLIATA: Se consumi una quantità eccessiva di alimenti trasformati e cibi infiammatori aumenta il rischio di sviluppare disturbi e patologie digestive, come il colon irritabile, la gastrite ecc..

In questi casi aumenta anche il rischio di accumulare troppa aria nella pancia e sviluppare un addome eccessivamente gonfio.

Prediligi il consumo di cereali integrali, pesce, carne bianca, frutta e verdura. Riduci assolutamente l’assunzione di bibite gassate e drink alcolici.

MASTICA LENTAMENTE: Se mastichi eccessivamente veloce, aumenta il rischio che tu soffra di cattiva digestione e quindi di pancia gonfia. Mastica lentamente e riduci i tuoi bocconi in una consistenza semi liquida prima di ingerirli.

NON MANGIARE MAI LA FRUTTA ALLA FINE DEI PASTI: La frutta è un alimento che viene digerito dal corpo in soli 30 minuti a differenza di altri alimenti. Se consumata alla fine dei pasti può aumentare la produzione di gas intestinale, causando gonfiore addominale, cattiva digestione ed eccessiva flatulenza.

ANSIA E STRESS: Quando sei eccessivamente ansioso o stressato le tue capacità digestive si riducono. In conseguenza a ciò, aumenta la probabilità che la tua digestione risulti particolarmente difficile.

Cerca di ridurre lo stress tramite la pratica di esercizi di rilassamento, come la meditazione mindfulness o lo yoga della risata.

INTOLLERANZE ALIMENTARI: Le due intolleranze più comuni che potrebbero essere alla base del tuo gonfiore addominale sono l’intolleranza al glutine e al lattosio.

ECCESSO DI ARIA NELLA PANCIA: Parlare e ridere mentre si mangia o avere patologie digestive, come la disbiosi intestinale ( eccesso di batteri patogeni nel tratto intestinale ), la colite, la sindrome del colon irritabile o la gastrite possono essere le cause del tuo addome rigonfio.

CAUSE GINECOLOGICHE NELLE DONNE: Fra tutte le cause che ho elencato sopra, quelle ginecologiche, sono quei fattori ormonali femminili che possono causare il gonfiore addominale.

Quali sono le cause ginecologiche del tuo gonfiore addominale

Fase pre mestruale, mestruazioni e pancia gonfia

Molte donne sperimentano gonfiore prima e all’inizio del ciclo mestruale.

Il gonfiore del ciclo è uno dei numerosissimi sintomi della sindrome premestruale che possono verificarsi 1-2 settimane prima del ciclo di una donna.

Il gonfiore addominale può essere accompagnato da crampi allo stomaco, dolore alla bassa schiena e altri sintomi fastidiosi.

Il gonfiore prima e durante il ciclo mestruale è causato principalmente da un forte cambiamento nei livelli di ormoni femminili, come il progesterone e gli estrogeni.

Con l’avvicinarsi del ciclo mestruale di una donna, i livelli dell’ormone progesterone diminuiscono. 

Livelli ridotti di progesterone fanno sì che l’utero perda il rivestimento, che è ciò che causa il sanguinamento mestruale.

Oltre a causare sanguinamento mestruale, la ricerca suggerisce che i cambiamenti nei livelli di progesterone ed estrogeni inducono il corpo a trattenere più acqua e sale. 

Le cellule dell’organismo si gonfiano con l’acqua, causando una forte sensazione di gonfiore.

Come puoi ridurre il gonfiore addominale prima e dopo il ciclo mestruale?

Se vuoi ridurre il gonfiore addominale tipico del ciclo devi necessariamente:

  • Evitare o ridurre l’assunzione di cibi salati, poiché il sodio favorisce la ritenzione idrica nel corpo. 
  • Mangiare più cibi ricchi di potassio in quanto possono aiutare a ridurre il gonfiore del ciclo diminuendo i livelli di sodio e aumentando la produzione di urina. 
  • Evitare di assumere i carboidrati raffinati come la farina bianca e gli zuccheri trasformati, poiché possono causare picchi elevati di di zucchero nel sangue. Ciò aumenta il livello di insulina nel sangue e i livelli di sodio

UTILIZZA UN INTEGRATORE DRENANTE

Le donne che stanno cercando di alleviare il gonfiore mestruale possono utilizzare buon integratore diuretico in grado di  aumentare la produzione di urina, così da limitare il gonfiore addominale.

PRATICA ESERCIZIO FISICO REGOLARMENTE

Le ricerche rilevano che l’esercizio fisico regolare potrebbe aiutare a migliorare i sintomi della sindrome premestruale.

Poiché il gonfiore del ciclo è un sintomo della sindrome premestruale, l’esercizio fisico regolare può aiutare a ridurlo. Si consiglia di praticare almeno 3 ore di esercizio fisico alla settimana.

PIllola anticoncezionale ed addome gonfio

L’assunzione della pillola anticoncezionale può far insorgere molti effetti collaterali, come il gonfiore addominale, la ritenzione dei liquidi e l’aumento di peso corporeo.

Come funziona la pillola anticoncezionale?

Le pillole anticoncezionali sono farmaci che contengono al loro interno una grande quantità di estrogeni.

Assumendo queste pillole il tuo organismo aumenta la produzione di renina-angiotensina, un composto prodotto dal sistema renale. 

Per combattere questo rigonfiamento anomalo della pancia, riduci il sale e assumi un buon integratore drenante come PALADIN DRENANTE.

L’assunzione della pillola anticoncezionale, ormai diffusissima in tutto il mondo, può far insorgere alcuni effetti collaterali come il gonfiore addominale, la ritenzione idrica e l’aumento del peso corporeo.

Sindrome dell'ovaio policistico e gonfiore addominale

La sindrome dell’ovaio policistico è una patologia femminile che colpisce il sistema endocrino. Questa condizione causa un forte ingrossamento delle ovaie, che a loro volta, provocano una produzione eccessiva di cisti.

La maggior parte delle persone che soffrono di PCOS (sindrome ovaio policistico) presentano uno o più dei seguenti squilibri ormonali:

  • Glicemia alta o resistenza all’insulina
  • Ipotiroidismo e resistenza alla leptina
  • Alti livelli di estrogeni o basso progesterone
  • Androgeni alti o testosterone alto

Non tutte le donne con PCOS presentano tutti questi squilibri ormonali sopra menzionati, tuttavia più gravi sono i sintomi, più squilibri ormonali probabilmente hai.

Questa condizione è ritenuta da tutti una delle cause più comuni di infertilità femminile in presenza di assenza di ovulazione. Alcuni sintomi molto comuni di questa condizione sono il gonfiore addominale e la forte ritenzione idrica.

Per ridurre i sintomi associati alla sindrome dell’ovaio policistico puoi cambiare alimentazione, fare esercizio fisico ed utilizzare integratori naturali.

Per ridurre il gonfiore addominale associato alla sindrome dell’ovaio policistico ti consiglio di utilizzare un integratore specifico per combattere gli squilibri ormonali femminili tipici di questa condizione.

Il miglior integratore in commercio per fra fronte agli squilibri ormonali femminili è Female Balance, un supplemento dietetico che aiuta a riequilibrare il normale livello ormonale (estrogeni e progesterone) in modo completamente naturale.

Questo integratore contiene esclusivamente sostanze di origine vegetale che hanno dimostrato scientificamente supportare i cambiamenti ormonali femminili. All’interno di questo prodotto sono contenuti:

  • Agnocasto
  • Maca rossa
  • Ferro
  • Magnesio
  • Zinco
  • Selenio
  • Vitamina B2
  • Vitamine B5
  • E tanti altri..

Gonfiori addominali in gravidanza

Anche durante la gravidanza ( fase in cui si assiste ad un forte aumento degli estrogeni ) la donna è maggiormente soggetta a sviluppare un addome gonfio e teso.

I ricercatori hanno dimostrato che gli ormoni responsabili di una dilatazione eccessiva della pancia sono gli estrogeni e in particolare il progesterone.

Se vuoi migliorare il tuo gonfiore addominale dovresti evitare di assumere cibi trasformati ricchi di sale, nonché migliorare la digestione, tramite una masticazione lenta e controllata.

Inserisci nella tua routine quotidiana anche una regolare attività fisica, che possa innalzare il metabolismo energetico ed alleviare sia il gonfiore addominale, che la ritenzione idrica. 

Per combattere il gonfiore addominale in menopausa potresti assumere una buona tisana sgonfiante e drenante al finocchio dopo i pasti.

Premenopausa, menopausa e pancia gonfia

Durante la premenopausa e la menopausa la comparsa della pancia gonfia è causato solitamente da fluttuazioni ormonali.

Durante questa fase della vita che ogni donna attraversa, si assiste ad un forte calo degli estrogeni, che oltre a causare vampate di calore, pelle secca, metabolismo lento ed aumento di peso, può in alcuni casi causare anche il gonfiore addominale.

Se vuoi contrastare efficacemente la pancia gonfia causata dalla perimenopausa e dalla menopausa ti consiglio di:

  • Seguire un’alimentazione sana e ricca di fitoestrogeni. I fitoestrogeni sono sostanze naturali che imitano l’azione degli estrogeni. In questo modo è possibile ridurre la gravità dei sintomi causati da una carenza di estrogeni. Gli alimenti più ricchi di estrogeni sono la soia, i legumi e i semi di lino. 
  • Fai attività fisica: Tramite l’esercizio fisico puoi innalzare il metabolismo e contrastare efficacemente il gonfiore addominale

Anche in questo caso è altamente consigliato assumere Female balance, integratore specifico per riequilibrare gli ormoni femminili.

LEGGI LE TESTIMONIANZE DELLE PERSONE CHE HANNO ASSUNTO QUESTO PRODOTTO

Quali sono i migliori rimedi naturali contro la pancia gonfia?

Per contrastare i gonfiori addominali di origine ginecologica e non solo, ti consigliamo di utilizzare durante la giornata:

UN BUON INTEGRATORE DI PROBIOTICI: Ogni disturbo digestivo come il metabolismo lento, la colite, la pancia gonfia ecc.. è causato da un eccesso di batteri patogeni nell’intestino. Al fine di ristabilire il corretto numero di batteri buoni nel tratto digestivo si consiglia di assumere un buon supplemento di probiotici. Il migliore in commercio è senza nessun dubbio questo della Probivia.

FEMALE BALANCE: In casi di disturbi causati da forti squilibri ormonali, come la menopausa, le sindrome premestruale o la sindrome dell’ovaio policistico si consiglia di assumere questo integratore alimentare a base di sostanze di natura vegetale.

PALADIN DRENANTE: Se vuoi drenare i liquidi in eccesso ti consiglio assolutamente di provare Paladin drenante. Oltre a combattere la ritenzione dei liquidi, può anche essere utile per combattere la cellulite.

Gonfiore addominale dopo i pasti, cosa posso fare?

Se hai notato frequentemente un forte gonfiore dell’addome dopo i pasti, significa che devi necessariamente rivedere i tuoi comportamenti a tavola. 

Cerca di:

  • Mangiare alimenti sani e nutrienti
  • Non mangiare troppo
  • Evita di fare abbinamenti alimentari sbagliati, come ad esempio consumare la frutta alla fine di un pasto
  • Mastica lentamente ogni boccone
  • Evita di assumere cibi difficili da digerire

Quand'è che devo preoccuparmi per il gonfiore addominale?

Solitamente il gonfiore addominale è un sintomo che non denota nessuna patologia sottostante, tuttavia se assieme al gonfiore addominale noti  anche altri sintomi specifici, come sangue nelle feci, modifiche nell’evacuazione delle feci, diarrea, dolore addominale o perdita di peso ingiustificabile si consiglia di consultare immediatamente il tuo medico curante. 

Domande più frequenti

Quali sono le cause dell’intestino gonfio e duro?

L’intestino gonfio e duro potrebbe essere causato da:

  • Alimentazione sbagliata
  • Abuso di bevande alcoliche
  • Disbiosi intestinale
  • Patologie digestive
  • Menopausa
  • Gravidanza
  • Eccesso di stress ed ansia

Che esami devo fare per combattere il problema della pancia gonfia?

Oltre ad analizzare i tuoi livelli ormonali, potresti fare ulteriori test al fine di scoprire le cause dietro al tuo gonfiore addominale.

Innanzitutto potresti effettuare gli esami del sangue, per identificare eventualmente qualche valore eccessivamente alto, che possa indicare uno stato di forte infiammazione nell’organismo. 

Inseguito potresti anche eseguire il BMT, esame conosciuto con il nome di Biomarkers test. Tramite un piccolissimo prelievo capillare eseguito con un pungidito è possibile analizzare le gocce di sangue per identificare una possibile infiammazione del cibo.

Inoltre, consiglio di seguire test per identificare eventuali intolleranze a glutine o lattosio.

Quali potrebbero essere le cause ginecologiche del tuo gonfiore addominale?

  • Menopausa e perimenopausa
  • Sindrome dell’ovaio policistico

 

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona. Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei

Leave a Reply

Your email address will not be published.