>

Quanto tempo ci vuole per disintossicarsi dalla chemio?

Quindi, ti è stato diagnosticato un cancro. Il tuo oncologo ha autorevolmente dichiarato che le tue “migliori opzioni” erano la chemioterapia, la radioterapia o la chirurgia. Hai deciso di seguire la medicina convenzionale e hai completato i trattamenti come raccomandato, perché sentivi che era la cosa giusta da fare. 

Molti pazienti che finiscono la chemioterapia pongono sempre la solita domanda: “Quanto tempo ci vuole per disintossicarsi dalla chemio?”

Bene, in questo articolo cercherò di rispondere a questa domanda, inoltre, scopriremo come disintossicarsi in modo semplice e veloce per ristabilire la salute dell’organismo.

Una risposta precisa a questa domanda non è possibile darla, in quanto la velocita con cui ti potrai disintossicare dalla chemioterapia dipenderà da molti fattori.

Età

Più il soggetto è giovane, e più l’organismo ha energia per disintossicare tutti gli organi emuntori: pelle, polmoni, fegato, e reni.

Un soggetto giovane ha un sistema immunitario più efficiente di un soggetto anziano. 

Prendere un cancro in età giovane è molto più pericoloso che prenderlo in età avanzata, in quanto un soggetto giovane ha fattori di crescita maggiori rispetto alla persona anziana, e questo velocizza la moltiplicazione del tumore maligno.

Detto ciò, una volta che il soggetto giovane dovrà disintossicarsi dai veleni della chemioterapia, il suo percorso sarà molto più veloce.

Nota bene: Non tutti i soggetti rispondono alla terapia in egual modo.

Diverse tecniche di disintossicazione

Ci sono molte strategie che una persona può attuare per disintossicare il corpo dai veleni della terapia chemioterapica. 

Stile di vita

Per velocizzare la disintossicazione occorre seguire queste indicazioni:

  • stai lontano dallo stress, dall’ansia, dalla rabbia e dalle preoccupazioni.
  • segui una dieta sana priva di alcool, carne rossa, cibi confezionati, bibite gassate, dolciumi e gelati. Consuma frutta, verdura e succhi crudi per aumentare l’apporto vitaminico e minerale nella dieta.
  • dormi almeno 8 ore per notte. Come migliorare il sonno?
  • Stai all’aria aperta e alla luce del sole.
  • Pratica esercizi di respirazione pranayama.
  • bevi almeno 2 litri di acqua al giorno

Segui questi consigli per supportare il tuo organismo durante l’atto depurativo. 

Un soggetto che fuma, beve e non fa sport sicuramente avrà un percorso disintossicante che sarà molto più lento e doloroso rispetto ad un soggetto che pratica un sano stile di vita.

Per riassumere tutto, non si può dare una risposta precisa al tempo che occorre per disintossicarsi dalla chemioterapia.

Il modo più veloce di disintossicarsi dalla chemioterapia

Dopo esserti preso il tempo per riequilibrarti emotivamente, mentalmente e spiritualmente, è tempo di passare alla fase successiva del tuo viaggio di guarigione, che è quello di disintossicare il tuo corpo dagli effetti collaterali tossici della chemioterapia e della radioterapia. Sia che tu abbia avuto uno o più trattamenti, o che sia passato uno o più anni, le tossine possono rimanere nel tuo corpo per molto tempo.

Sudorazione

Il modo più veloce per eliminare le tossine dopo la chemioterapia è sudare. In uno studio del 2011, riportato negli Archives of Environmental and Contamination Toxicology, “Molti elementi tossici sembravano essere escreti preferenzialmente attraverso il sudore”.  La sudorazione indotta sembra essere un ottimo metodo per eliminare le sostanze chimiche tossiche dal corpo umano “. [ 2 ]

Coloro che si esercitano e sudano per 30 minuti al giorno stanno eliminando le tossine residue dalla chemio più velocemente di ogni altro metodo di disintossicazione disponibile.

Se non sudi facilmente, potresti utilizzare una spugna di luffa per aprire i pori della pelle, e stimolare il sistema linfatico, che a differenza del sistema circolatorio, ha bisogno di esercizi muscolari, come la corsa o la spazzolatura a secco della pelle, per spostare le tossine lungo i canali escretori dell’organismo.

Nota bene:  Il massaggio a secco è una terapia semplice ed economica, che è stata utilizzata per la prima volta secoli fa, quando i lottatori greci lavavano a secco il loro corpo con una spugna di luffa prima di lottare. Perché l’hanno fatto? Perché hanno imparato, che aprendo i pori della pelle e permettendo loro di respirare alla massima capacità, avevano più energia.

La tua routine potrebbe comprendere il massaggio a secco con la spugna di luffa per almeno 10 minuti, e dopo indurre la sudorazione tramite il ballo, la camminata veloce, la corsa, lo stretching, la meditazione della risata, la sauna, la cyclette, o lo step. Ci sono moltissimi modi per favorire la sudorazione, l’unico metodo che non permette di sudare è la pigrizia!

Come disintossicare il corpo dopo la chemioterapia?

Ogni volta che inizi a pulire e disintossicare il tuo corpo da veleni e tossine, è fondamentale che tutti gli organi siano “aperti” e abbiano un canale  per eliminare le sostanze indesiderate, mentre vengono rilasciate dal tuo corpo. I tuoi organi di eliminazione includono:

  • Colon
  • Reni
  • Polmoni
  • Pelle

Anche il tuo fegato e il tuo sistema linfatico giocano un ruolo importante nel filtrare le tossine. Il tuo fegato subisce un duro colpo soprattutto quando inizi il tuo viaggio di disintossicazione.

È molto più facile pulire il colon facendo una sessione di idrocolonterapia con un terapista professionista o eseguire un clistere al caffè a casa propria.

Una volta iniziata la pulizia del colon, puoi passare al passaggio successivo che è quello di prendere erbe che stimolino il tuo fegato. Queste erbe stimoleranno, tonificheranno e ricostruiranno il tuo fegato in modo che possa rilasciare le tossine immagazzinate dalla chemioterapia.

Nella tua routine quotidiana cerca di seguire queste pratiche:

  • induci la sudorazione
  • pratica la pulizia del colon tramite idrocolonterapia
  • pulisci il fegato attraverso l’utilizzo di tisane con erbe, come il tarassaco, l’ortica, il carciofo ecc..
  • pratica la meditazione mindfulness o il qi gong
  • impara la respirazione addominale
  • concentrati sul tuo benessere spirituale, emotivo e fisico
  • migliora la risposta immunitaria dell’organismo. Scopri i migliori integratori per il sistema immunitario
 

Domande frequenti

Quali sono gli effetti collaterali della terapia chemioterapica?

 Gli effetti collaterali più frequenti sono nausea, vomito, diarrea, mal di testa, irritabilità, stanchezza, e perdita di capelli.

Dopo quanti giorni fa effetto la chemioterapia?

Clicca qui per approfondire

Quanto tempo ci vuole per disintossicarsi dalla chemioterapia?

Non c’è una risposta esatta a questa domanda, ci sono molti fattori che possono determinare la velocità con cui un paziente può disintossicarsi dopo la chemio, come l’età, i protocolli utilizzati, lo stile di vita e la determinazione.

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona.Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei