>

Camminare dopo l’intervento di protesi all’anca

Hai subito un intervento di protesi all’anca e fremi dalla voglia di riniziare a camminare

 In questo articolo scoprirai i migliori esercizi di riabilitazione e sopratutto i movimenti da evitare sempre  per velocizzare i tempi di recupero.

Una sostituzione dell’anca è un’operazione chirurgica molto importante in cui l’articolazione dell’anca consumata o danneggiata viene sostituita da una protesi sintetica.

Solitamente questi tipi di interventi sono effettuati da soggetti anziani che hanno problemi di artrite all’articolazione dell’anca.

Dopo aver subito l’intervento di protesi all’anca  camminare può risultare molto doloroso , ma non ti preoccupare , attraverso i giusti esercizi di riabilitazione vedrai che il dolore scomparirà e tu potrai nuovamente fare le tue amate  passeggiate.

Non tutti abbiamo tempi di recupero uguali , magari te ci metti un mese e io tre , non c’è una formula matematica per stabilire con estrema certezza le tempistiche , ma posso assicurarti che seguire delle semplici indicazioni velocizzeranno il recupero post operazione .

Subito dopo l’operazione gli infermieri ti metteranno in una posizione tale da avere l’anca nella posizione corretta al fine di evitare movimenti che possano danneggiare il bacino.

 

Entro quanto tempo potrò camminare ?

Dopo aver subito la protesi all’anca lo staff infermieristico ti aiuterà a metterti in piedi nel minor tempo possibile.

I tempi dipendono molto dal tipo di intervento a cui sei stato sottoposto , infatti , in seguito ad un’intervento poco invasivo potresti anche riniziare a camminare il giorno stesso.

Inizialmente anche il semplice gesto della camminata potrebbe risultarti molto difficoltoso e doloroso , ma è normale , il tuo corpo deve ritrovare la giusta affinità . Potresti avere anche le caviglie e i piedi gonfi.

 Oltre ad effettuare degli esercizi specifici che ti verranno insegnati dal fisioterapista , dovrai inizialmente evitare sempre quei movimenti che potrebbero danneggiare la tua anca .

 

Cosa fare per migliorare il recupero

Oltre ai giusti esercizi riabilitativi da effettuare a casa , ci sono altri fattori che potrebbero velocizzare ulteriormente il tuo recupero .

Dieta e peso corporeo

Essere in sovrappeso può affaticare ulteriormente l’anca e rendere difficili i movimenti , e quindi ritardare il recupero . Elimina dalla dieta gli alimenti che infiammano il corpo come : I cibi industriali , il sale , lo zucchero raffinato , i dolci , gli snack salati , l’alcool ,i cereali raffinati e l’eccesso di carne.

Prediligi una dieta ricca di frutta e verdura . Per aumentare il quantitativo di micronutrienti e antiossidanti nella dieta potresti optare per i succhi crudi di frutta e verdura.

Camminata leggera

Appena potrai camminare nuovamente cerca di fare delle passeggiate di circa 30 minuti al giorno per favorire l’afflusso sanguigno . L’esercizio fisico è molto benefico per il completo recupero.

Massaggi

Per facilitare la guarigione ,  pratica dei massaggi circolari sulla zona dell’anca per migliorare la circolazione sanguigna e facilitare l’entrata dei nutrienti nella protesi dell’anca.

 

Riposo notturno

Un sonno profondo e rigenerante aumenta i livelli dell’ormone della crescita nell’organismo , velocizzando il recupero.

Camminare dopo l'intervento di protesi all'anca : Guida completa

camminare dopo protesi anca

Step 1 : Probabilmente potrai camminare già dal primo o secondo giorno  secondo le istruzioni del chirurgo. Un recente studio ha scoperto che camminare subito dopo aver subito l’intervento di protesi all’anca permette una migliore guarigione. Le prime volte sarai  aiutato dall’operatori socio-sanitari e da un deambulatore.

Step 2 : Afferra il deambulatore e cerca di tenere il peso in modo uniforme. Ogni volta che esegui un passo , assicurati che il tallone del piede colpisca il pavimento prima della pianta .

Step 3 : Non forzare la camminata , ma cerca di tenere un passo lento e rilassato

Step 4 : Dopo alcune settimane il dottore osserverà i tuoi progressi , e in caso di esito positivo potrebbe sostituire il deambulatore con la stampella . In presenza dell’anca sinistra sostituita , utilizzare la stampella dal lato destro  per non affaticare la parte operata.

Step 5 : Sali le scale come lo farebbe un bambino , posizionando prima la gamba dalla parte sana e poi la gamba dalla parte operata .

Step 6 : Continua ad aiutarti con i dispositivi di mobilità per camminare , fino a quando il dottore non dirà che sei pronto a camminare autonomamente .

Step 7 : Dopo essere tornato a camminare autonomamente non fare l’errore di stare troppe ore seduto sul divano , ma cerca di fare 30 minuti di camminata al giorno , al fine di potenziare le articolazioni e la densità ossea.

Movimenti da evitare sempre dopo un intervento di protesi all'anca

I movimenti da evitare sempre dopo un intervento di protesi all’anca sono :

  • non girarti di scatto , l’anca potrebbe risentirne
  • appena senti che l’anca sta soffrendo o ti procura disagio cambia immediatamente posizione
  • non incrociare le gambe , ma tienile parallele fra di loro
  • non applicare troppa tensione sulla parte trattata es : Dormi sulla parte sana 
  • non torcere l’anca
protesi anca movimenti da evitare sempre

Guidare l'auto

Solitamente i pazienti riescono a guidare la propria auto dopo  6 settimane dall’intervento , comunque chiedi sempre al tuo dottore .

Quando potrò nuovamente fare l'amore?

Fare sesso implica uno sforzo notevole per l’anca , e quindi è facile che tu non possa praticare nessuna posizione sessuale per le prime 6 settimane dopo l’intervento chirurgico all’anca. Quando il  dottore ti dirà che potrai nuovamente fare l’amore con il tuo partner , evita di fare posizioni estreme che possono peggiorare la salute del bacino.

Esercizi di riabilitazione dopo l'intervento di protesi all'anca

esercizi per protesi anca
esercizi per protesi anca 2

Posizione di partenza : Supina – pancia in su – con le gambe stese 

Cosa bisogna fare in questo esercizio : Piegare la gamba operata e fare strisciare il tallone sul letto.

 

esercizi riabilitazione protesi anca
ginocchio piegato

Posizione di partenza :Supina (pancia in su), con la gamba operata piegata e il piede appoggiato sul letto, mentre la gamba sana è stesa.

 Cosa fare :sollevare la gamba operata e portare il ginocchio verso il petto e tornare lentamente alla posizione di partenza

👉👉Clicca qui per scaricare gratuitamente il pdf con l’elenco completo di tutti gli esercizi per la riabilitazione dopo un intervento di protesi all’anca

Effetti collaterali dopo la protesi all'anca

Dopo l’intervento chirurgico all’anca possono insorgere anche delle complicanze come la:

  • dismetria
  • zoppia

Dismetria

Alcune persone lamentano  problemi di dismetria dopo l’intervento di protesi all’anca. Dopo l’operazione chirurgica la lunghezza dell gambe potrebbe essere differente di circa 1 o 2 millimetri.

Se molto accentuato il problema della dismetria può sfociare in problemi di mal di schiena , postura errata e dolori alle ginocchia.

Si può sopperire a tale problema ponendo un rialzo sotto la gamba più corta per riequilibrare l’assetto del corpo.

 

Zoppia dopo protesi all'anca

Alcuni soggetti lamentano problemi di lieve zoppia dopo essere ritornati a camminare autonomamente senza l’aiuto di deambulatori o stampelle.

Questo problema può  dipendere da una debolezza marcata degli arti inferiori. Per eliminare il problema della zoppia si consiglia un allenamento mirato per rinforzare i glutei attraverso la fisioterapia

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona. Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei