>

Alga klamath e fegato: Che correlazione esiste?

Integrare questa alga nella dieta, può portare a problemi epatici, o può migliorare le funzionalità di questo organo?

Questa alga blu-verde, cresce nel montuoso lago Klamath, situato in un’area protetta in Oregon. Il nome delle alghe è in sintonia con il nome del lago – KLAMAT, perché questa alga si trova solo in questa area terrestre.

L’alga Klamath è la fonte vegetale più ricca di ferro, e a differenza del ferro contenuto nella carne, questo è ben assorbito, poiché è in forma organica.

Eliminazione dei metalli pesanti

Il fegato è ghiandola depurativa più grande ed efficiente del corpo umano. In condizioni normali questo organo riesce a disintossicare efficacemente l’organismo dalle tossine e dai metalli pesanti.

Quando l’organismo è saturo di elementi nocivi, il fegato non riesce più a sostenere la depurazione dell’organismo. L’alga klamath supporta le funzionalità epatiche, disintossicando il fegato dai metalli pesanti, come il piombo, il cadmio e il mercurio.

Una volta disintossicato, l’organo epatico, può riiniziare i suoi normali processi depurativi.

Inoltre, l’utilizzo di queste micro alghe accelerano il processo di guarigione di quei soggetti con ulcera duodenale e colite. 

I problemi digestivi dipendono da problemi epatici?

Il fegato svolge più di 450 compiti nel nostro corpo, molte delle quali sono strettamente collegate ai processi digestivi.

Se questo organo non funziona correttamente, possono venire a mancare attività molto importanti, come la digestione e l’assimilazione dei nutrienti.

Uno studio effettuato sul japan medical News ha osservato, che i pazienti a cui venivano somministrati 2 grammi di alga klamath al giorno, subivano una parziale guarigione delle funzionalità del fegato. Questo miglioramento delle funzionalità epatiche migliorava a sua volta i problemi digestivi, come la digestione pesante,  bruciori di stomaco,  problemi di eruttazione,  problemi di malassorbimento intestinale, diarrea e stipsi.

Benefici dell'alga klamath sul fegato secondo la medicina cinese

L’alga klamath secondo la medicina cinese ha numerosi benefici per il fegato, tra cui:

  • facilitare la perdita di peso, e quindi diminuire l’accumulo di lipidi nel fegato, soprattutto nei soggetti obesi o in sovrappeso con problemi di fegato grasso (steatosi epatica). Nota bene: La steatosi epatica è una patologia che interessa quasi il 70 % della popolazione obesa. 
  •  alleggerire il lavoro epatico, grazie alla sua grande quantità di clorofilla, che facilita la disintossicazione del corpo, e la circolazione sanguigna
  • rinforzare questo organo grazie alle vitamine del gruppo B presenti in grandi quantità in questa alga, che aumentano la vitalità e l’energia del corpo.

Proprietà dell'alga klamath

L’alga Kalamth contiene calcio, cromo, cobalto, rame, ferro, magnesio, manganese, potassio, boro, fosforo, selenio, sodio, zolfo, titanio, vanadio, e zinco.

L’alga Klamath è la fonte più ricca di ferro ed è ben assorbito, poiché è in forma organica.

La Klamath è ricco di clorofilla. La clorofilla è coinvolta nell’emopoiesi, ha un potente  effetto purificante e rigenerante naturale.

Inoltre, contiene numerosi  enzimi naturali e altre sostanze biologicamente attive, che rallentano il processo di invecchiamento del corpo, svolgendo un ruolo preventivo nel mantenimento della salute umana.

Ogni grammo di questa alga contiene il 60 % di proteine, che viene assimilato al 100 % dal nostro corpo.

Il rapporto degli amminoacidi nella struttura cellulare delle alghe coincide quasi completamente con il profilo della cellula umana. Così, gli amminoacidi entrano nel corpo pronti per l’assimilazione, “senza rubare energia dal corpo”.

 È ricco di beta-carotene,  antiossidante essenziale per la formazione della vitamina A nell’organismo. Come sapete, la vitamina A ha un effetto rigenerante, antiossidante e immunostimolante.
Inoltre, quest’alga è ricca di vitamina B12, la vitamina più importante per la formazione del sangue. 

Domande frequenti

L’alga klamath è dannosa per il fegato?

Assolutamente no, l’alga klamath è molto benefica per il fegato in quanto ha proprietà depurative, chelanti, disintossicanti e rigeneranti, che possono supportare e rinforzare le funzionalità epatiche.

Questo integratore si trova in farmacia o nei supermercati?

No, purtroppo non lo si trova nei negozi tradizionali, il mio consiglio è quello di acquistarlo sul sito ufficiale dell’azienda, ad un prezzo davvero vantaggioso.

Questa alga verde-azzurra può essere assunta dai soggetti con problemi alla tiroide?

I soggetti con metabolismo lento e con ipotiroidismo possono avere moltissimi benefici dall’utilizzo di questa alga, mentre i soggetti con metabolismo accelerato devono avere la massima cautela nel consumare questo alimento. Clicca qui per approfondire l’argomento

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona.Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei