Quanti anni si può vivere con la fibrillazione atriale?

Quanti anni si può vivere con la fibrillazione atriale? Continua con la lettura dell’articolo per scoprirlo!

Si parla di fibrillazione atriale quando il battito cardiaco diventa irregolare ed accelerato.

Ciò può causare sintomi quali palpitazioni cardiache, affaticamento e affanno, battito cardiaco martellante o saltante, dolore al torace, vertigini,  tuttavia in altri casi può essere una condizione asintomatica.

Se la fibrillazione atriale presenta alcuni sintomi, questi possono andare via da soli, o migliorare inseguito all’assunzione di specifici medicinali.

La fibrillazione atriale può diventare più persistente nel tempo e causare problematiche varie, come:

  • RITMO CARDIACO ANORMALE. Di per sé, questa condizione può non essere pericolosa per la vita, tuttavia se non curata, può comportare gravi complicazioni al paziente, talvolta catastrofici.
  • COAGULI DI SANGUE. Quando il tuo cuore non pompa il sangue in modo abbastanza forte, questo può rallentare ed accumularsi, portando alla formazione di coaguli. Un coagulo di sangue può bloccare il flusso sanguigno ai nostri organi, aumentando il rischio di sviluppare infarti ed ictus.
  • INSUFFICIENZA CARDIACA. Quando il tuo corpo non riesce più a pompare abbastanza sangue per soddisfare le esigenze del corpo, può manifestarsi una condizione che prende il nome di insufficienza cardiaca.

I pazienti affetti da fibrillazione atriale possono sperimentare sintomi, che possono includere stanchezza, dolore toracico, battito cardiaco alterato, irregolare e martellante, nonché palpitazioni cardiache ed affanno.

Quali sono le cause e i fattori che aumentano il rischio di sviluppare la fibrillazione atriale?

Sono molti i fattori che possono influenzare l’andamento della fibrillazione atriale, ed includono:

L’ETà: Il rischio di sviluppare questa problematica cardiovascolare aumenta con l’avanzare dell’età. I ricercatori hanno dimostrato che avere più di sessantacinque anni aumenta le probabilità di sperimentare la fibrillazione atriale

SESSO: Gli uomini rispetto alle donne sono maggiormente soggetti a sviluppare questo disturbo.

PROBLEMI DI SALUTE PRE-ESISTENTI: Se soffri di problematiche, come il diabete, l’obesità o l’ipertensione, hai maggiore rischio di sviluppare la fibrillazione atriale.

AVERE LIVELLI ELEVATI DI CRP: La proteina C-reattiva (CRP) è un segnale di infiammazione nel corpo. Un alto livello di questo segnale può anche aumentare il rischio di infarto, ictus, fibrillazione atriale e morte precoce.

Anche il fumo può essere un fattore di rischio, poiché quando fumi aumenti il lavoro del tuo muscolo cardiaco.

I dottori suddividono la fibrillazione atriale in tre tipologie, in base alla frequenza e ai sintomi riscontrati dai pazienti.

FIBRILLIAZIONE ATRIALE (FAIB) PAROSSISTICA, che solitamente è una condizione che causa nel paziente sintomi che vanno e che vengono. In molti casi la FAIB parossistica può risolversi in modo spontaneo.

FIBRILLIAZIONE PERISTENTE: In questo caso il ritmo cardiaco è costantemente anormale e squilibrato. Questa condizione non migliora, fino a quando non segui una terapia adatta.

FAIB PERMANENTE: Fra le tre tipologie, la fibrillazione atriale cronica è sicuramente la peggiore, poiché presenta un ritmo cardiaco anormale che non va via in nessun modo.

La fibrillazione atriale persistente e permanente possiedono maggiori probabilità di causare nel paziente complicanze anche gravi, rispetto alla fibrillazione atriale parossistica.

Il trattamento per la cura della fibrillazione atriale prevede l’assunzione di medicinali utili per controllare i battiti cardiaci, nonché l’assunzione di farmaci fluidificanti ed anticoagulanti che aiutano a prevenire la formazione di coaguli sanguigni.

Quanto si può vivere con la fibrillazione atriale?

Quanto tempo si vive con la fibrilliazione atriale? 

La capacità di ridurre la durata della vita nei pazienti affetti da fibrillazione atriale dipende in larga misura dal fatto che il paziente possa tenere sotto controllo i battiti cardiaci e la coagulazione del sangue. 

Se queste due cose non sono sotto controllo, allora la fibrillazione atriale può aumentare il tasso di mortalità fra i pazienti affetti da FAIB.

Possiamo affermare quindi per riassumere, che se riusciamo a tenere sotto controllo i battiti cardiaci e la coagulazione del sangue i pazienti affetti da questo disturbo possono vivere anni e anni.

Quanti anni si può vivere con la fibrillazione atriale?

Adesso cercheremo di rispondere ad una domanda molto comune fra le persone affette da FAIB. Quanti anni si può vivere con la fibrillazione atriale?

Secondo questa ricerca scientifica l’aspettativa di vita fra i pazienti affetti da fibrillazione atriale e pazienti non affetti da FAIB ha un divario di due anni. Dato che l’aspettativa di vita media in Italia negli uomini è di circa 80 anni e nelle donne circa 84 anni, possiamo dire che con la fibrillazione atriale possiamo vivere 78 anni, nel caso degli uomini e 82 anni nel caso delle donne.

LEGGI LO STUDIO: Tendenze nell’eccesso di mortalità associato alla fibrillazione atriale nell’arco di 45 anni (Framingham Heart Study): studio di coorte basato sulla comunità | Il BMJ

La fibrillazione atriale può scomparire?

Dipende dal tipo di fibrillazione del paziente, dato che la fibrillazione atriale di tipo parossistica può in alcuni casi scomparire in modo spontaneo, sebbene, possa a volte richiedere l’assunzione di determinati farmaci o altre terapie per ripristinare il corretto ritmo cardiaco.

Fibrillazione atriale, quando preoccuparsi?

Se noti stanchezza cronica, affanno o dolore al torace persistente ti consiglio assolutamente di contattare il tuo dottore, al fine di effettuare tutti i dovuti esami.

Cosa bisogna fare e non fare con la fibrillazione atriale?

Se noN vuoi peggiorare la tua condizione devi assolutamente:

  • Seguire una dieta sana ricca di frutta, verdura, cereali integrali e proteine magre, come il pollo, il tacchino e l’orata.
  • Evita di assumere sostanze stimolanti, che possono peggiorare la frequenza cardiaca, come la caffeina e gli energy drink.
  • Smetti di fumare
  • Elimina i drink alcolici
  • Riduci il consumo di carne rossa, cibi pesanti, alimenti trasformati, dolci, patatine ecc..
  • Fai regolare esercizio fisico. Non devi stressarti, o fare esercizio fisico in modo troppo intenso! Puoi fare lunghe camminate nel bosco ad esempio!
  • Mantieni un peso normale
  • Riduci lo stress. Lo stress può peggiorare i sintomi della fibrillazione atriale. Quando ti senti ansioso o stressato, prova tecniche di rilassamento che possono comprendere:
  • Cura il riposo notturno. Cerca di dormire dalle 7 alle 9 ore per notte.

Quali sono le conseguenze e i rischi che può comportare la fibrillazione atriale?

Le conseguenze della fibrillazione atriale possono includere:

  • Infarto
  • Ictus
  • Morte precoce

Quante pulsazioni si hanno con la fibrillazione atriale?

In caso di fibrillazione atriale, la frequenza cardiaca può variare tra i 300 e i 600 battiti al minuto.

Domande più frequenti

Cosa sono le fibrillazioni?

La fibrillazione atriale si verifica quando le camere superiori del cuore, i cosiddetti atri, non si contraggono in maniera corretta e pertanto fibrillano, ovvero iniziano a battere in modo molto rapido e irregolare causando battito cardiaco irregolare, spossatezza e dolore al petto.

Cos’è l’aritmia atriale? 

L’aritmia atriale, nota anche come fibrillazione cardiaca, o fibrillazione atriale è un disturbo che causa nel paziente un battito cardiaco irregolare e accelerato.

Si può guarire dalla fibrillazione atriale?

In alcuni casi di fibrillazione atriale di tipo parossistica il paziente può andare incontro ad una guarigione spontanea.

Quali sono i personaggi famosi con la fibrillazione atriale?

Ecco alcuni dei personaggi famosi che hanno riscontrato la fibrillazione atriale:

  • Billie Jin King: considerata una delle più grandi giocatrici di tennis della storia
  • Larry Bird: Leggenda dell’NBA
  • Karsten Madsen: Atleta di triathlon canadese
  • Mardy Fish: Ex tennista numero 1 degli Stati Uniti
  • Nicolas Coles: Atleta di canotaggio della Nuova Zelanda

Qual è al differenza tra la fibrillazione e l’aritmia?

Quando il numero di battiti al minuto è alterato si parla di aritmia. La fibrillazione atriale invece è una condizione in cui il battito cardiaco diventa irregolare e accelerato.

In conclusione possiamo dire che tutte le fibrillazioni atriali sono aritmie, ma non tutte le aritmie sono fibrillazioni atriali.

Come si cura la fibrillazione atriale?

La fibrillazione atriale solitamente si cura attraverso uno stile di vita sano associato a farmaci utili per controllare i battiti cardiaci e prevenire l’eccessiva coagulazione del sangue.

Quanti anni si può vivere con la fibrillazione atriale?

Uno studio ha rilevato che le persone affette da fibrillazione atriale possono vivere 2 anni in meno rispetto alle persone senza questa condizione. Significa che gli uomini hanno un’aspettativa di vita di circa 78 anni e le donne di 82 anni.

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona. Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *