>

Il sale grosso aiuta a sgonfiare il ginocchio?

In questo articolo cercheremo di capire se il sale grosso, può essere un rimedio naturale efficace per sgonfiare il ginocchio.

Che sia per utilizzo alimentare, o per un utilizzo topico, si consiglia sempre di utilizzare una forma grezza di sale, e non raffinata, poiché la forma raffinata di sale, ha perso molti dei suoi importantissimi minerali.

Cercate di optare per un sale integrale di ottima qualità, come il sale di Epsom, che a differenza del “classico sale da cucina”, è un vero toccasana per la salute, grazie alla sua ricchezza nutritiva.

Qualsiasi sia il tuo utilizzo, devi optare per un sale integrale, poiché i processi di raffinatura subiti dal “sale classico”, possono danneggiare la tua salute.

Per sbiancare il sale vengono utilizzate solitamente sostanze chimiche, che lasciano purtroppo dei piccoli residui. Questi piccoli residui chimici vengono assorbiti dal sale, e inseguito assorbiti da noi, quando consumiamo il sale.

Nota bene: Anche se usi il sale solo per un massaggio, o per sgonfiare un ginocchio, i residui entrano nell’organismo attraverso la cute, poiché la pelle non è un “tessuto impermeabile”, ma possiede dei piccolo pori che assorbono tutte le sostanze con cui la facciamo entrare in contatto.

Ecco perché sarebbe meglio limitare al minimo l’utilizzo di saponi chimici! 

Cos'è il sale di Epsom?

Il sale di Epsom è una sostanza naturale utilizzata in ammollo per trattare problematiche articolari lievi, diminuire l’infiammazione, e sgonfiare zone dolenti e dure.

Molte persone lo utilizzano per lenire i muscoli stanchi, e ridurre il gonfiore.

Sebbene ad oggi non ci siano molti studi scientifici che possano sostenere la sua efficacia molte persone utilizzano questa sostanza naturale nei bagni, per eliminare lo stress e la stanchezza della giornata. 

Il sale grosso aiuta a sgonfiare il ginocchio?

Il sale grosso può effettivamente aiutare a sgonfiare il ginocchio, poiché è una sostanza fortemente alcalina, che disinfetta in modo naturale la zona dolente.

Uno studio del 2005 ha dimostrato che i sali di magnesio sono efficaci nel trattare la cute secca e nel diminuire l’infiammazione. (1)

Come posso utilizzare il sale grosso per sgonfiare il ginocchio?

Puoi sgonfiare il ginocchio attraverso l’utilizzo di un bagno ai sali di Epsom. Cerca di utilizzare 1 tazza di sale di Epsom per ogni litro di acqua calda.

Per avere il massimo dei benefici da questa pratica naturale, dovresti rimanere immerso nella vasca per almeno 15 minuti. 

Nota bene: non utilizzare acqua troppo calda, e non mettere troppo sale di Epsom, perché potresti seccare eccessivamente la cute.

Se non vuoi fare il bagno, puoi optare per un pediluvio con le medesime indicazioni.

Oltre che per sgonfiare il ginocchio, il sale grosso di Epsom, viene utilizzato, anche per trattare altre condizioni cutanee, come:

Altri rimedi naturali per sgonfiare il ginocchio

Il gonfiore al ginocchio è un sintomo che ci informa che all’interno del ginocchio c’è un problema.

Può dipendere da una caduta, da una lesione causata da un movimento ripetitivo, o da un sintomo associato ad una specifica condizione.

Il gonfiore del ginocchio avviene quando il fluido si raccoglie intorno al tessuto articolare.

Se il ginocchio gonfio permane per più di due giorni, o se peggiora, o se senti un dolore acuto e intenso, consulta subito un dottore.

Riposo

Non appoggiare o sovraccaricare eccessivamente l’articolazione del ginocchio. Evita qualsiasi pressione sul ginocchio, per almeno uno o più giorni, al fine di velocizzare la guarigione.

Durante la giornata cerca di raddrizzare e flettere in modo leggero e delicato il ginocchio, più volte durante la giornata. Questo movimento lubrifica l’articolazione e velocizza il recupero.

Nota bene: Non devi sentire nemmeno nessun dolore, durante questi  movimenti, mi raccomando!

Ghiaccio

Applica una borsa del ghiaccio sul ginocchio per almeno 30 minuti, ogni due-cinque ore, per i primi 2-4 giorni dopo l’infortunio.

L’applicazione del ghiaccio sul ginocchio, riduce il dolore, e il gonfiore.

Nota bene: Non mettere mai la borsa del ghiaccio a diretto contatto con la cute, poiché potresti danneggiarla, ma utilizza sempre un asciugamano per poter fare da divisorio tra la borsa e la pelle.

In alternativa potresti optare per questa banda di compressione, con compressa in gel flessibile, per poter utilizzare comodamente la borsa del ghiaccio. 

Questo prodotto è ideale per trattare eventuali distorsioni, microlesioni, lesioni, sfibramenti dell’articolazione del ginocchio.

È ideale anche per eseguire il trattamento caldo-freddo. Non effettuare mai il riscaldamento sul ginocchio, per almeno i primi 3-4 giorni.

Mantieni il ginocchio alzato

Cerca di mantenere i primi giorni la gamba sollevata, anche mentre dormi, per alleggerire al massimo il lavoro dell’articolazione del ginocchio, favorendo una più veloce guarigione.

Puoi mettere la gamba su una sedia o un cuscino rialzato. Assicurati che la gamba sia più in alto del tuo cuore.

Prova a massaggiarti la zona dolente

Puoi praticarti autonomamente un massaggio attraverso movimenti circolari, o affidarti alle cure di un professionista.

Per un automassaggio, puoi scegliere di utilizzare l’olio di ricino. Questo olio non solo aiuterà il massaggio, ma l’applicazione topica di questa sostanza naturale riduce il dolore e l’infiammazione.

Effettua degli esercizi per le ginocchia

Quando sarai un po’ guarito, e il tuo dottore ti dirà che potrai nuovamente allenarti, potresti iniziare ad effettuare dei esercizi isometrici, utili a rafforzare i muscoli del ginocchio.

Potresti effettuare esercizi di stretching, esercizi in palestra, o esercizi leggeri, come saltellare nell’acqua.

Se sei fortemente in sovrappeso dovresti prendere in seria considerazione di dimagrire, poiché i chili di troppo possono usurare prematuramente la cartilagine del ginocchio, e favorire instabilità e possibili cadute.

Fonti scientifiche

(1) https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/j.1365-4632.2005.02079

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona. Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei