IL PORTALE DEL BENESSERE

La salute è come il denaro, non abbiamo mai una vera idea del suo valore fino a quando la perdiamo. Josh Billings

salute

Io sono guarito dalla vitiligine, leggi le testimonianze di guarigione

Leggi le testimonianze delle persone che sono riuscite a guarire da questo disturbo cutaneo.

Ho voluto riportare alcune storie di successo per aiutare le persone a guarire da questa condizione cutanea, ritenuta da molti, medici compresi, un disturbo impossibile da curare. 

Io sono guarito dalla vitiligine: leggi la testimonianza di guarigione di Antonella

CONTENUTI

Antonella, quando e come è iniziata la tua vitiligine?

Le mie prime macchie bianche sono apparse,  quando ero ancora una bambina. La prima chiazza biancastra è apparsa su un malleolo interno. 

Tuttavia, è stato presto seguito da piccole chiazze sulla spina dorsale, agli angoli degli occhi e agli angoli della bocca. Quando ero adolescente avevo gli “occhi da panda” che mimetizzavo accuratamente con il trucco.

Il colore risultante corrispondeva abbastanza bene al mio tono naturale della pelle, ma aveva lo svantaggio di farmi sentire continuamente insicura. 

Durante l’età adulta la melanina si è sempre più ridotta, lasciando il mio viso e circa l’80% del mio corpo completamente depigmentato. 

Alcune macchie bianche sono state immediatamente precedute da un’eruzione irregolare o da un intenso prurito cutaneo.

Altre aree della pelle sono semplicemente sbiadite gradualmente per un periodo di giorni o settimane fino a quando non è rimasto più colore.

Alla fine molte di queste macchie si erano unite tra di loro.

Cosa ritieni abbia causato o innescato la tua vitiligine?

Da bambina ho sofferto di crampi alla pancia e forte stitichezza, che in età adulta si sono mutati in colon irritabile.

Sono convinta che questi problemi digestivi siano stati la causa principale, non solo della mia vitiligine, ma anche di un’altra serie di altri disturbi come – stanchezza cronica, sinusite e artrite – che si sono sviluppati gradualmente nel corso degli anni.

Ritengo la permeabilità intestinale, almeno nel mio caso, la causa più probabile dei miei problemi di pelle.

Oltre a causare una risposta autoimmune da parte dell’organismo, credo che la sindrome del colon irritabile mi abbia causato anche una forte carenza dei nutrienti coinvolti nella produzione di melanina.

Hai cambiato dieta? Se si, quali modifiche hai apportato?

A parte evitare generalmente scelte ovviamente malsane come troppo zucchero e cibi altamente elaborati, non ho apportato modifiche importanti a ciò che stavo mangiando.

Non ho nemmeno eliminato l’alcol (mi piace un bicchiere di vino e anche occasionalmente il gin tonic!).

E non ho evitato nemmeno la carne, anche se credo che più verdure puoi incorporare nella tua dieta, meglio è, specialmente la verdura a foglia verde scuro a causa del suo alto valore nutritivo e delle sostanze antiossidanti in esso contenute.

Oggi che sono guarita completamente dalla vitiligine, sto molto più attenta a quello che mangio durante la giornata poiché in questi anni ho imparato davvero molto sull’alimentazione e sulle intolleranze alimentari.

Ad esempio, ho ridotto tantissimo il consumo id glutine, a causa del fatto che ho notato la digestione migliorare notevolmente levando gli alimenti ricchi di glutine dalla mia dieta.

Assumi degli integratori alimentari? Se sì, quali?

Secondo la mia esperienza gli integratori alimentari sono di fondamentale importanza per ripristinare una corretta pigmentazione della pelle.

Ho assunto diversi integratori durante questi anni, come ad esempio un buon multivitaminico. Considero il multivitaminico – integratore ricco di minerali e vitamine – un aiuto importante per tutte quelle persone che necessitano di nutrienti extra, come nel mio caso specifico.

Ho anche iniziato a utilizzare una miscela di superfood. Non era altro che un integratore ricco di polvere di barbabietola rossa, spirulina in polvere, te matcha, polvere di alga chlorellae moringa.

Un cucchiaino di questa polvere mescolato con acqua fornisce una dose equivalente di nutrimento a diversi piatti di verdure a foglia verde scuro, quindi immagino che questo possa aver compensato eventuali imperfezioni della mia dieta. 

Quali trattamenti topici hai utilizzato per favorire la guarigione dalla vitiligine?

Non ho usato alcun trattamento topico durante il mio processo di guarigione. In precedenza avevo utilizzato delle erbe cinesi da applicare sulla pelle, tuttavia mia avevano provocato forte bruciore.

Una volta guariti ho iniziato ad usare l’olio di cocco con una piccola quantità di olio di neem mescolato come idratante poiché la mia pelle è piuttosto secca ed entrambi gli oli sono naturali al 100% e ricchi di antiossidanti. 

Quali sono i punti più importanti del tuo protocollo?

Senza dubbio, penso che i due integratori che ho utilizzato e che sto utilizzando anche attualmente siano stati la ragione della mia guarigione. Ma ci sono stati anche altri fattori che hanno contribuito considerevolmente.

Uno era l’esposizione al sole regolare e in modo moderato perché, senza questo, non credo che avrei potuto risvegliare il pigmento dormiente.

Ho avuto la fortuna di iniziare questo processo durante la primavera ed ho continuato a seguire questa terapia anche d’estate nelle ore meno calde della giornata.

Sospetto anche che avere ridotto lo stress nei riguardi del mio problema abbia aiutato moltissimo. Sono riuscita a ridurre lo stress, tramite lo yoga.

Dopo quanto tempo hai notato questi miglioramenti?

Entro poche settimane dall’assunzione degli integratori, praticando lo yoga e stando seduta al sole per circa 20 o 30 minuti al giorno, ho iniziato a notare la comparsa di alcune lentiggini in alcune delle macchie bianche e queste hanno continuato a svilupparsi nel corso delle settimane e dei mesi, unendosi infine per produrre una pelle dall’aspetto più sano e normale.

Il petto e le chiazze intorno agli occhi sono state le prime aree ad iniziare a ripigmentarsi, seguite dalle braccia e dalle mani. Non posso descrivere le emozioni che provavo in quel momento.

In tutta la mia vita non avevo mai visto alcun reale miglioramento della mia vitiligine e avevo davvero perso ogni speranza di guarigione.

Ho continuato a prendere entrambi gli integratori per circa 18 mesi, a quel punto avevo riacquistato circa il 95% del mio colore perso. 

Ho ancora delle zone bianche sulla parte superiore dei miei piedi e un po’ di colore screziato sulle mie mani, ma questo è tutto. La mia teoria è che gli ingredienti che ho utilizzato, unito alla riduzione dello stress e all’espozione moderata al sole abbiano innescato il ritorno del pigmento perso a causa della mia cattiva digestione. Ad oggi mi considero una persona completamente guarita, o almeno, una persona che sa come prevenire e curare queste macchie bianche antiestetiche.

ECCO GLI INTEGRATORI CHE ASSUME REGOLARMENTE ANTONELLA. 

sono guarita dalla vitiligine

Come guarire completamente dalla vitiligine: Leggi la storia di Sara

Quando e come è iniziata la tua vitiligine?

12 anni fa, quando avevo 21 anni, pensavo a me stessa come a una persona totalmente normale, sana e priva di malattie. Un giorno ho notato una macchia bianca all’angolo della bocca, delle dimensioni di una gomma da matita. .

6 anni dopo, aspettando il mio primo figlio ho notato delle macchie bianche all’interno dei polsi. Non avevo idea di cosa potesse trattarsi, e soprattutto cosa potessi fare a riguardo.

Dopo un paio di anni le macchie sono iniziate ad aumentare, e con esso, la mia angoscia. Avevo macchie su viso, mani, braccia, ascelle, addome, glutei, ginocchia e piedi. 

Cosa ritieni abbia causato o innescato la tua vitiligine?

Ho notato che durante periodi di forte stress, la vitiligine si diffondeva rapidamente. La genetica e le condizioni autoimmuni esistenti hanno causato la mia vitiligine.

Hai cambiato la tua dieta? Se si quali modifiche hai apportato? Perché ritieni che la dieta sia importante quando si tratta di vitiligine?

Prima che cercassi un trattamento serio, la mia dieta era molto ricca di cibo spazzatura.

Ho cambiato totalmente piano alimentare quasi 3 anni fa. Ho iniziato a vedere un medico naturopata che mi ha insegnato molto sull’intolleranza alimentare. Da lei ho imparato ad evitare latticini, soia e glutine.

Inseguito ho saputo di avere anche una lieve allergia al mais e alle arachidi, quindi ancora oggi cerco di evitare di consumare quegli alimenti.

Ho imparato molto su come nutrire il mio corpo nel modo migliore, dal momento che siamo tutti unici, non esiste una dieta adatta a tutte le persone.

La mia dieta è composta da moltissime verdure. Mi sforzo di mangiare biologico, limitando il consumo di carne, senza eliminarla del tutto.

Ho eliminato la maggior parte del cibo da ristorante, alimenti trasformati o preconfezionati. 

Per me, la dieta è stata il punto fondamentale per guarire completamente dalla vitiligine. Adesso consumo grandi quantità dio frutta a colazione e a merenda.

Faccio inoltre un pasto molto abbondante comprendente riso integrale, legumi a rotazione, moltissime verdure cotte e crude ed un cucchiaino di olio extra vergine d’oliva.

La sera consumo una minestra di zucca, oppure un trancio di carne o di salmone sempre accompagnato da moltissime verdure di stagione.

Hai usato integratori? Se sì, quali?

Prendo vitamina D e probiotici, occasionalmente olio di pesce e un complesso vitaminico B. Purtroppo, non riesco a stare al sole durante l’inverno e l’autunno, dato che sono madre di 5 figli.

Quindi opto per un integratore di vitamina D. Inoltre, il probiotico mi aiuta a migliorare la digestione e la mia immunità. Le vitamine del gruppo B mi aiutano ad aumentare l’energia e la vitalità.

Quali trattamenti topici hai utilizzato?

Ho usato una crema steroidea per un breve periodo di tempo quando mi è stata diagnosticata per la prima volta circa 5 anni fa, ma rendendomi conto di quanto fosse costosa e inefficace, ho smesso.

Cosa ritieni sia stato più importante per il tuo successo?

Oltre a cambiare totalmente la mia dieta, ho iniziato a prendermi cura di me stessa. Trovo il tempo durante la giornata per bere tisane alle erbe rilassanti, fare esercizio fisico come la corsa e lo yoga ed ho imparato a respirare in modo lento e profondo.

Quanto tempo ti ci è voluto per vedere i risultati della tua guarigione?

Ci è voluto 1 anno perché la mia vitiligine smettesse di diffondersi.

E sono quasi due anni che molte zone del mio corpo che ritenevo ormai depigmentate, hanno iniziato a ricolorarsi. Sono davvero eccitata dei miei risultati. Oggi posso dichiararmi completamente guarita dalla vitiligine.

Spero che la mia testimonianza di guarigione possa aiutare altre persone a guarire dalla vitiligine.

ECCO GLI INTEGRATORI CHE ASSUMERE REGOLARMENTE SARA

vitiligine guarigione spontanea
guarire completamente dalla vitiligine

Guarigione vitiligine: leggi la testimonianza di Giovanni

Giovanni, quando e come è iniziata la tua vitiligine?

È iniziato quando avevo 19 anni, e da lì è semplicemente esploso. Sul mio interno cosce, petto, e parte superiore del braccio interno.

Avevo perso forse il 95% del mio colore quando avevo 25 anni e anche gli altri miei problemi di salute erano particolarmente stressanti in quel momento.

Lì ho deciso di smettere di mangiare cibi trasformati.

 

La mia faccia stava sicuramente beneficiando della luce solare, ma per il resto del mio corpo coperto, le piccole lentiggini non hanno fatto molto altro fino a quando non ho modificato ulteriormente il mio stile di vita.

Ora ho 30 anni e il mio corpo ad oggi ha riacquistato il 90% della pigmentazione che aveva perso.

Hai cambiato la tua dieta? Se si quali modifiche hai apportato?

Ho cambiato la mia dieta, sono sempre stato consapevole che la mia salute dipendesse da quello che consumavo durante la giornata.

Due anni fa, ho aumentato notevolmente il cibo crudo che consumavo. È interessante notare che stavo riguadagnando un po ‘di colore con questa dieta, ma non così velocemente come ho fatto dopo. Circa sette mesi fa, ho iniziato ad assumere la dieta paleo. Da allora ho migliorato drasticamente al mia condizione.

Perché ritieni che la dieta sia importante quando si tratta di vitiligine?

L’assunzione di cibo è importante per tutto ciò che riguarda il corpo e le sue funzioni. La rimozione di cose che irritano il tratto digestivo e il corpo tende a manifestarsi all’esterno. 

Per me, eliminare il consumo di glutine ha migliorato notevolmente la mia vita.

Il cibo sano ti fa sentire ed apparire molto più in forma. E ‘davvero così semplice. Ho avuto problemi digestivi per tutta la mia vita fino a quando non ho iniziato a fare seri cambiamenti alla mia dieta.

Curiosamente, la guarigione del mio tratto gastrointestinale ha portato ad altre trasformazioni fisiche positive, tra cui l’inversione delle macchie bianche causate dalla vitiligine.

Le nostre funzioni sono tutte interconnesse. Per ogni condizione che si manifesta visivamente, probabilmente ci sono almeno una o due fattori che accadono internamente.

Hai usato integratori? Se sì, quali?

Prendo la vitamina D3 in forma liquida. La forma comune di vitamina D che vedo venduta nei negozi è la D2, gran parte della quale non è prontamente disponibile per il nostro corpo. 

Prendo anche olio di fegato di merluzzo, che aumenta i miei livelli di vitamina D e Omega 3. 

Quando ho aumentato quotidianamente i miei livelli di Omega 3, ho notato che il gonfiore cronico delle gambe e delle caviglie si è ridotto notevolmente, praticamente immediatamente. Sono davvero convinto del potere di questi integratori!

Quali trattamenti topici hai usato per aiutarti a ripigmentare?

Non ho mai usato trattamenti topici per la ripigmentazione. Le recensioni e le testimonianze che ho letto online a riguardo di questi prodotti mi hanno levato la voglia di provarli.

Ad oggi mi considero completamente guarito dalla vitiligine. Oltre a cambiare dieta e a stare al sole per 10 minuti al giorno, la mia forza di volontà di cambiare mi ha permesso di arrivare a quello che sono io.

Prima di intraprendere questo percorso di guarigione verso la vitiligine consiglio a tutti di meditare almeno 15 minuti al giorno. Chiudi gli occhi e immagina di essere già guarito, in questo modo il corpo opera in modo molto più efficiente.

INTEGRATORI UTILIZZATI DA GIOVANNI

testimonianze guarigione vitiligine
remissione spontanea vitiligine

Domande più frequenti

Chi ha la vitiligine può prendere il sole?

Dalle testimonianze che hai potuto leggere, possiamo parlare di guarigione spontanea della vitiligine, tuttavia solo nel caso in cui tu segua uno stile di vita sano.

Si, le persone con vitiligine non solo possono prendere il sole, ma la luce solare dovrebbe far parte del loro protocollo di guarigione.

Non solo il sole aumenta la produzione di vitamina D, nutriente di fondamentale importanza per i pazienti affetti da vitiligine, ma è proprio la luce solare assunta con moderazione ed intelligenza ha riattivare la produzione di melanina in quelle zone del corpo dove il pigmento era sparito. 

Se vuoi combattere le macchie bianche ti consiglio di esporti alla luce del sole.

È possibile che la vitiligine possa guarire in modo spontaneo?

Secondo molte persone, comprese i medici, non esiste una cura questa condizione, tuttavia, online puoi trovare immagini e testimonianze di persone che sono completamente guarite dalla vitiligine. Come lo spiegano i dottori? È stato un miracolo?

No, niente di tutto questo. È pur vero che sono davvero poche le persone che ad oggi possono raccontare la guarigione dalla vitiligine, dato che occorre agire su più fronti per poter guarire da questa condizione fastidiosa ed antiestetica. 

Se ti dicessi che è facile mentirei. Dalle testimonianze descritte sopra, hai notato che molti hanno cambiato dieta, assunto determinati integratori, ridotto lo stress tramite pratiche rilassanti e calmanti e affrontato la loro guarigione con estrema tenacia e forza di volontà. Purtroppo, non tutte le persone possiedono una volontà ferrea.

Se credi di poter guarire dalla vitiligine continuando a seguire il tuo stile di vita che ad oggi è stata la causa del tuo problema, allora si, per te guarire dalla vitiligine è pressoché impossibile.

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona. Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *