IL PORTALE DEL BENESSERE

La salute è come il denaro, non abbiamo mai una vera idea del suo valore fino a quando la perdiamo. Josh Billings

salute

Il Deursil è cancerogeno? Fa male al fegato? Esistono alternative naturali al deursil?

Il deursil è cancerogeno? Fa male al fegato? Esistono alternative naturali al deursil? Continua con la lettura dell’articolo per scoprirlo!

Il deursil è un farmaco utilizzato per trattare diverse problematiche epatobiliari.

Questo farmaco riduce la secrezione di colesterolo nella bile, grazie alle sue capacità di ridurre l’assorbimento del colesterolo, Inoltre sopprime la sintesi di colesterolo nel fegato, nonché inibisce la produzione di acidi biliari.

Il Deursil è utilizzato per il trattamento della colestasi (ittero), dell’epatite virale, della steatosi epatica alcolica, della cirrosi biliare primitiva, della colangite sclerosante primaria e della dissoluzione dei calcoli biliari.

Questo medicinale cambia la composizione della bile, da supersatura ad insatura.

Inoltre, aumenta la produzione di complessi cristallini di colesterolo liquido, in modo tale da favorire l’espulsione di colesterolo dalla cistifellea.

Viene assorbito nella parte superiore del tratto intestinale. Ci vogliono dai 30 ai 150 minuti per raggiungere il picco massimo di concentrazione di questa sostanza nel corpo.

Il tasso di assorbimento da parte dell’organismo varia dal 60% all’80%.  L’emivita biologica del Deursil varia dai 3 ai 6 giorni.

Il deursil è cancerogeno?

CONTENUTI

Online puoi trovare molte informazioni discordanti tra di loro, poiché alcune fonti sostengono che l’assunzione di deursil aumenterebbe il rischio di cancro.
 
Ma allora il deursil è cancerogeno? Ad oggi non esistono ricerche scientifiche che dimostrino che assumere questo farmaco possa facilitare lo sviluppo di forme tumorali, anzi, ci sono alcune ricerche che dimostrano come l’assunzione di questo farmaco possa fungere da prevenzione nel tumore del colon in soggetti con patologie infiammatorie intestinali croniche.

Il deursil fa male al fegato?

Assumere il deursil non fa male al fegato, L’uso di questo medicinale è controindicato nei soggetti con ipersensibilità al principio attivo, agli acidi biliari o ad uno degli eccipienti contenuti in questo farmaco.

Anche le persone con infiammazione acuta dalle colecisti o delle vie biliari devono evitare di assumere il deursil.

alternativa naturale al deursil

Migliori strategie naturali per sciogliere i calcoli biliari e migliorare la salute del fegato e della colecisti

La bile viene prodotta dall’organo epatico ed accumulata nella cistifellea. La sua funzione è quella di supportare il corpo nella fase digestiva e più nello specifico, nella metabolizzazione dei grassi.
 
La bile può diventare densa e pesante in presenza di un’alimentazione eccessivamente ricca di grassi.
 
In questo caso la bile diventa poco fluida, favorendo lo sviluppo di calcoli biliari.
 
Il paziente con calcoli biliari può avvertire non pochi disagi da questa condizione. Possono causare difficoltà digestive sempre più gravi, infiammazioni ed infezioni.
 
Oltre a seguire la terapia più consona prescritta dal tuo medico curante, puoi seguire tutta una serie di strategie naturali in grado di diminuire i sintomi associati a questa condizione.
 
Elimina dalla dieta i cibi ricchi di grassi saturi e colesterolo, come torte, biscotti, cibo spazzatura, carne rossa, carni lavorate, molluschi, gamberoni e formaggi grassi.
 
Anche ridurre temporaneamente il consumo di alimenti proteici può migliorare questa condizione. Inoltre, si consiglia di consumare pasti leggeri, al fine di potenziare il sistema digestivo.
 
Anche ridurre il proprio peso corporeo ( in caso di obesità o sovrappeso), può risultare un rimedio molto utile per combattere questa condizione. Inoltre,
  • Mastica lentamente ogni boccone almeno 30 volte, prima di ingerirlo. In questo modo migliori la digestione
  • Aumenta il consumo di alimenti ricchi di micronutrienti – vitamine e minerali – e fibre vegetali, come frutta, verdura, succhi crudi di frutta e verdura e cereali integrali.

ESEMPIO DI DIETA QUOTIDIANA

COLAZIONE

Una banana + tre noci

SPUNTINO

Centrifugato verde ( spinaci, bietola e mela verde) 300-500 ml

PRANZO

Riso integrale + un cucchiaino piccolo di olio extra vergine d’oliva + petto di pollo + verdura mista ( finocchio + insalata e carote crude)

MERENDA

Un centrifugato di frutta e verdura ( barbabietola rossa, carota, sedano, e spinaci) 300-500 ml

CENA

Orata al vapore + (fette di pane integrale o patate lesse)

NOTA BENE: Questo è solo un esempio! Consulta sempre il tuo medico curante se decidi di cambiare dieta.

Migliori alternative naturali al deursil

Adesso ti elencherò due piante che possono fungere da alternative naturali al deursil, dato che favoriscono lo scioglimento di calcoli biliari, e migliorano la salute del fegato e della colecisti.

Non devi per nessun motivo interrompere l’assunzione di Deursil. Se decidi di assumere questi rimedi naturali consulta sempre il tuo medico curante

Tarassaco

Il tarassaco è una pianta utilizzata fin dall’antichità per combattere problematiche della colecisti, del fegato e dei dotti biliari.

Devi sapere infatti, che le radici amare del tarassaco presentano spiccate proprietà coleretiche e colagoghe, dato che stimolano la produzione di bile nella cistifellea, favorendone l’espulsione dal corpo. Generalmente lo si consuma sotto forma di tisana.

Cardo mariano

Allo stesso modo, anche il cardo mariano è un’erba utilizzata per migliorare le funzionalità del fegato e della cistifillea, grazie alla sua capacità di disintossicare in profondità l’organo epatico. 
 
Il cardo mariano può essere assunto sotto forma di compresse
NOTA BENE: Se decidi di assumere questi rimedi naturali consulta sempre il tuo dottore, mi raccomando!
 

VUOI FARE UNA DOMANDA, DESCRIVERE LA TUA ESPERIENZA O SEMPLICEMENTE SCRIVERE UN TUO PENSIERO? SOTTO TROVI IL MODULO DEI COMMENTI! 

ARTICOLI CORRELATI

QUALI VERDURE DEVO EVITARE DI ASSUMERE IN PRESENZA DI CALCOLI ALLA COLECISTI?

POSSO BERE I CAFFè SE SOFFRO DI CALCOLI ALLA COLECISTI?

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona. Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei

Leave a Reply