Alimenti da evitare con la fibrillazione atriale

Quali sono gli alimenti da evitare con la fibrillazione atriale? Continua con la lettura dell’articolo per scoprirlo!

Debolezza, forte stanchezza, vertigini, dolore toracico e mancanza di respiro sono tutti segni premonitori della fibrillazione atriale. La fibrillazione atriale è un disturbio cardiaco caratterizzato dalla presenza di battiti cardiaci veloci ed irregolari.

I sintomi sopra menzionati sono comuni, tuttavia possono differire da paziente a paziente. In alcuni casi la fibrillazione atriale può essere completamente asintomatica.

La cura per la fibrillazione atriale può prevedere l’assunzione di farmaci uniti ad uno stile di vita più sano. Nei casi più gravi potresti anche doverti sottoporre ad in intervento chirurgico.

L’alimentazione è un fattore che ricopre un ruolo di fondamentale importanza nella cura della fibrillazione atriale, poiché ci sono alcuni alimenti che possono migliorare o peggiorare la salute del tuo cuore.

In questo articolo scopriremo nel dettaglio i cibi da evitare con la fibrillazione atriale, e quelli invece che dovrebbero ricoprire un ruolo di primaria importanza nella tua dieta.

SALE: Potremmo tutti trarre beneficio dalla diminuzione dell’assunzione di sodio. Almeno, questo è ciò che dicono gli esperti.

Dopo tutto, il sale ha dimostrato scientificamente aumentare la pressione sanguigna e, tra le altre cose, l’ipertensione raddoppia il rischio di sviluppare la fibrillazione atriale. 

L’obiettivo è limitare l’assunzione giornaliera di sodio a 2.300 milligrammi (mg). Molti degli alimenti surgelati, sott’olio o confezionati sono molto ricchi di sale. 

BEVANDE ALCOLICHE: Le bevande alcoliche sono sicuramente uno fra gli alimenti da eliminare assolutamente in presenza di fibrillazione atriale, poiché peggiorano questo disturbo in una grandissima varietà di modi.

Oltre a danneggiare la salute epatica, favorisce l’obesità, l’ipertensione, peggiora la salute del cuore e il riposo notturno. Tutto questo aumenta il rischio di sviluppare la fibrillazione atriale.

L’effetto dannoso dato dal consumo di alcol sul cuore e sulle patologie cardiache già preesistenti è ad oggi ben documentato. Questo alimento dovrebbe essere evitato anche dalle persone che soffrono di qualsiasi tipologia di aritmia.

NOTA BENE: Anche i bevitori meno accaniti possono aumentare il rischio di sviluppare la fibrillazione atriale. Quindi, eliminate del tutto l’assunzione anche minimo di bevande alcoliche, mi raccomando! Il vostro muscolo cardiaco vi ringrazierà sicuramente!

ALIMENTI TRASFORMATI: Anche gli alimenti trasformati fanno parte di quei cibi non consentiti per le persone con fibrillazione atriale, dato che questi alimenti sono ricchi di zucchero, sale, grassi idrogenati e calorie in eccesso. Torte, gelato, biscotti, merendine, caramelle ecc.. sono tutti esempi di cibi trasformati.

CIBI FRITTI O RICCHI DI GRASSI SATURI:

Vivere una vita sana per il cuore, che riduca il rischio o i sintomi associati alla fibrillazione atriale, richiede molto sacrificio. Coloro le cui diete sono ricche di grassi saturi e trans potrebbero dover sacrificare più dei loro cibi preferiti rispetto ad altri.

Ma è tutta una questione di forza di volontà! Dopotutto, chi non scambierebbe un pacchetto di patatine per un cuore più forte e sano?

Margarina, patatine, ciambelle, cibi fritti e praticamente tutto ciò che è stato prodotto con oli vegetali parzialmente idrogenati devono essere eliminati. Molti studi hanno dimostrato che consumare regolarmente cibi ricchi di grassi aumenta il rischio di sviluppare fibrillazione atriale cronica.

ZUCCHERO: Lo zucchero è sicuramente un altro alimento da evitare assolutamente di consumare in presenza di fibrillazione atriale o altri disturbi cardiaci.

Abbiamo capito da tempo il legame che associa il diabete alla fibrillazione atriale. Recentemente, però, stanno emergendo sempre più studi che associano livelli elevati di glucosio nel sangue ad un rischio maggiore di sviluppare la fibrillazione atriale e altri disturbi cardiaci.

Meno zucchero si consuma e meglio è. Invece di consumare le merendine, cerca di consumare alimenti più sani, come un frutto o una manciata di frutta secca. 

Altri alimenti da eliminare nella tua dieta per la fibrillazione atriale includono:

  • Carni lavorate e salumi
  • Cereali raffinati
  • Bibite gassate
  • Bevande industriali
  • Caffeina
  • Energy drink

Che dieta devo seguire con la fibrillazione atriale? Quali sono gli alimenti che fanno bene al cuore?

alimenti da evitare fibrillazione atriale

Uno dei principali fattori che contribuiscono ai problemi cardiaci, come la fibrillazione atriale è l’infiammazione e l’obesità.

Adesso che conosci gli alimenti da evitare con la fibrillazione atriale ti voglio elencare invece i migliori cibi da consumare.

La migliore dieta per aiutare a prevenire le complicanze cardiache prevede il consumo di alimenti ricchi di micronutrienti e sostanze antinfiammatorie, come 

  • Verdure ricche di fibre e antiossidanti: verdure a foglia verde, barbabietole, carote, verdure crocifere come cavoletti di Bruxelles, broccoli, cavoli, cavolfiori, cavoli, carciofi, cipolle, ecc.
  • Frutta: tutti i tipi
  • Erbe e spezie: soprattutto antinfiammatori come curcuma (curcumina), aglio crudo, basilico, peperoncino, cannella, curry, zenzero, rosmarino e timo.
  • Tè tradizionali: tè verde, oolong o bianco.
  • Legumi e fagioli ammollati e germogliati.
  • Cibi ricchi di proteine magre: latticini crudi e non pastorizzati, uova da galline biologiche, pollo, pesce, tacchino.
  • Grassi salutari per il cuore, come frutta secca, avocado, olio di cocco e olio extra vergine di oliva

Limone e fibrillazione atriale: Posso consumare questi alimento?

Non esiste nessun motivo per cui non dovresti assumere il limone in presenza di fibrillazione atriale.

Posso consumare il caffè con la fibrillazione atriale?

Sebbene non esista nessun studio che confermi la correlazione tra il consumo di caffè e le aritmie, come la fibrillazione atriale, è anche vero che sono molti gli studi che dimostrano come l’assunzione di bevande stimolanti a base di caffeina, come i caffè possono aumentare i battiti cardiaci.

fibrillazione atriale cibi non consentiti

Domande più frequenti

Fibrillazione atriale ed aritmia, cosa non mangiare?

In presenza di fibrillazione atriale devi eliminare definitivamente dalla tua dieta le bevande alcoliche, il sale, lo zucchero, i cibi trasformati, le bibite gassate, gli energy drink, le carni lavorate, le bibite industriali e i caffè.

Quali sono i migliori cibi antiaritmici?

I migliori cibi antiaritmici sono la frutta e la verdura.

Quali sono i migliori alimenti per abbassare i battiti cardiaci?

I migliori cibi che abbassano la frequenza cardiaca sono la frutta e la verdura, poiché vengono digeriti molto facilmente dal corpo.

Quali sono gli alimenti che accelerano il battito cardiaco?

Gli alimenti che fanno aumentare i battiti cardiaci sono tutti quei alimenti difficili da digerire, come la carne rossa, i cibi industriali, il cibo spazzatura, il gelato, le patatine, le merendine ecc..

Quali sono gli alimenti che fanno male al cuore?

I cibi che fanno male al cuore e che devono essere assolutamente evitati dai pazienti cardiopatici sono tutti gli alimenti infiammatori, ricchi di grassi, zuccheri, conservanti e calorie, come i cibi trasformati, le bevande gassate, gli energy drink, le bevande alcoliche, i succhi industriali, la carne rossa, le salsicce, i wurstel, i salumi, i dolci, le patatine, i cereali raffinati ecc..

Quali sono gli alimenti da evitare con la fibrillazione atriale?

I cibi non consentiti sono:

  • Sale
  • Bevande alcoliche
  • Alimenti industriali e trasformati
  • Cibi fritti e ricchi di grassi idrogenati
  • Zucchero
  • Salumi
  • Cereali raffinati
  • Bibite gassate
  • Caffeina
  • Bevande industriali
  • Energy drink

ARTICOLI CORRELATI

👉 Quanti anni si può vivere con la fibrillazione atriale?

👉 Con la fibrillazione atriale posso camminare? L’esercizio fisico fa bene?

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona. Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *