>

Sale grosso caldo per cervicale, artrosi, epicondilite, mal di schiena e nervo sciatico

Qui scoprirai se il sale grosso caldo è un rimedio naturale per trattare i problemi di cervicale infiammata, epicondilite, artrosi, mal di schiena, e nervo sciatico infiammato.

Se hai bisogno di rilassare i muscoli, i tendini, i legamenti o semplicemente stai cercando un modo per rilassare ed eliminare tutte le tensioni accumulate nel corpo, l’utilizzo di impacchi di sale caldo, possono risultare davvero rigeneranti per le tue articolazioni .

Il sale marino grosso può essere un modo poco costoso e molto efficace per guarire da fastidiose infiammazioni o dolori articolari. 

Cerca di scegliere una varietà con i chicchi più grandi, poiché maggiore è la dimensione dei granuli di sale, e più a lungo sono in grado di trattenere il calore.

Per il nostro utilizzo è ideale il sale rosa dell’Himalaya da 2-5 mm. 

Gli impacchi di sale grosso caldo sono degli ottimi rimedi naturali per trattare i problemi di cervicale infiammata?

Il lavoro, i movimenti sbagliati, un eccesso di stress, o posture protratte erroneamente nel tempo, possono causare un’eccessiva rigidità della cervicale, o in altri casi una vera e propria infiammazione di questa zona corporea che prende il nome di cervicalgia.

La cervicale infiammata è una condizione molto fastidiosa, che può compromettere l’attività lavorativa.

Il sale grosso caldo può essere un ottimo rimedio naturale per trattare tutte le problematiche associate alla cervicale, poiché il calore del sale, una volta penetrato nella pelle, va a rimuovere tutte le tensioni accumulate in questa parte del corpo.

Allo stesso modo, gli impacchi di sale caldo possono scaldare la zona, rilassare la muscolatura, e disinfiammare i tessuti cervicali.

Invece di utilizzare pericolosi farmaci antinfiammatori, il miglio modo per ridurre l’infiammazione e il dolore associato ai problemi cervicali, è quello di eseguire su base quotidiana impacchi di sale grosso caldo, fare piccole routine di stretching per la cervicale, e soprattutto utilizzare un massaggiatore cervicale, che può aiutare incredibilmente a sciogliere le tensioni che si accumulano in questa zona sensibile del corpo.

Gli impacchi di sale caldo possono aiutare nell'artrosi e nell'epicondilite?

L’artrosi è una patologia degenerativa delle articolazioni che colpisce solitamente le persone anziane, ed è caratterizzato da rigidità articolare, gonfiore, dolore, e scarsa mobilità.

Anche in questo caso, il sale grosso caldo può aiutare ad alleviare tutte le problematiche associate all’artrosi, poiché riesce il calore riesce a rilassare e penetrare in profondità nell’articolazione e nella muscolatura.

L’epicondilite, conosciuto anche come gomito del tennista, è una patologia di natura infiammatoria che solitamente colpisce i pittori, i carpentieri, i sarti e i musicisti.

È una patologia caratterizzata da dolore, e forte rigidità articolare. Anche in questo caso, l’utilizzo di impacchi di sale caldo può ridurre notevolmente l’infiammazione articolare.

Per un risultato ottimale si consiglia di praticare anche degli esercizi specifici per eliminare l’infiammazione all’epicondilo.

Sale grosso caldo per trattare i problemi di mal di schiena e dolore al nervo sciatico

Il mal di schiena e il dolore al nervo sciatico sono due problemi che dipendono da posture errate, scarso stretching muscolare, o movimenti sbagliati.

Il mio consiglio è quello di mettere almeno una volta al giorno impacchi di sale grosso caldo sulle zone dolenti, e praticare almeno 4 volte a settimana esercizi specifici per migliorare la mobilità della parte bassa della schiena e del nervo sciatico.

Come si riscalda il sale grosso caldo?

  • Accendere il forno a 200 gradi
  • Versare i 2 kg di sale rosa dell’Himalaya in una teglia grande. Distribuiscilo in modo uniforme. Lo strato sottile si riscalda più velocemente dello strato spesso.
  • Posizionare la teglia al centro del forno.
  • Riscaldare il sale per circa 10-15 minuti. Accendi il timer.
  • Accendi il ventilatore della cucina. Il sale dell’Himalaya riscaldato può creare fumo. Evita di inalare questo fumo.
  • Togli la teglia dal forno usando i guanti da forno e versa con cura il sale nelle federe a strati ( due strati sono più sicuri di uno). Non lasciare che il sale rotoli sul piano di lavoro o sui tuoi piedi o sulle tue mani. Il sale dell’Himalaya riscaldato è estremamente caldo e può causare ustioni gravi e profonde.
  • Lega saldamente le federe. Fai attenzione, le federe a strati possono essere molto calde a contatto con la padella e il sale. Posiziona la borsa di sale grosso caldo sull’area dolente per circa 10-30 minuti. 

Se vuoi una soluzione già pronta all’uso puoi utilizzare questo cuscino al sale dell’Himalaya con coperchio.

Dove posso applicare il sale grosso caldo?

Usi il sale grosso e caldo per trasferire il calore in profondità nel corpo, per stimolare o rilassare la zona contratta o infiammata. Quelle aree possono essere: 

  • Addome: sotto l’ombelico
  • Schiena: parte bassa della schiena, parte superiore della schiena
  • Collo, piedi, gambe, cervicale

NON usare mai gli impacchi di sale grosso su aree affette da cancro, su pelli sensibili, su zone con eruzioni cutanee, eczemi, psoriasi, ferite, ecc..

Precauzioni

La terapia del calore non è adatta a tutte le persone!

Occorre consultare il proprio medico prima di eseguire autonomamente un trattamento termico.

I pazienti particolarmente a rischio di complicanze sono: le persone che hanno il cancro, disturbi del sangue, emorragie, ritenzione di liquidi, pelle umida e bagnata, problemi di pelle, pressione sanguigna instabile, costituzione magra, iperattività ecc..

Considerazioni finali

Gli impacchi di sale grosso caldo, possono aiutare a ridurre i sintomi  associati alla cervicale infiammata, all’epicondilite, all’artrosi, al mal di schiena e al nervo sciatico, tuttavia prima di seguire in modo autonomo questi trattamenti termici occorre consultare il proprio medico di famiglia.

Articoli correlati 

Il sale grosso aiuta a sgonfiare il ginocchio?

Bicarbonato di sodio è utile per combattere la dermatite atopica?

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona. Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *