>

Prurito alle braccia e fegato

Che correlazione esiste tra il prurito percepito alle braccia e il fegato? Continua con la lettura per scoprirlo!

In alcuni casi il prurito cronico alle braccia potrebbe dipendere da una patologia epatica, sebbene non sia sempre questa la causa.

In presenza di un malfunzionamento epatico potresti percepire sintomi pruriginosi localizzati ad esempio sull’avambraccio, oppure un prurito più esteso su tutto il corpo.

Se dovessi soffrire di episodi di prurito sporadici non c’è nessun motivo per cui dovresti allarmarti, tuttavia, in presenza di disturbi cronici occorre consultare subito un dottore, poiché in alcuni casi, il prurito cronico potrebbe interferire su molti aspetti della vita quotidiana.

I sintomi più comuni percepiti dalle persone con disturbi epatici sono:

  • Nausea e vertigini
  • Ittero
  • Prurito cutaneo
  • Forte spossatezza
  • Dolori addominali

Fegato e prurito alle braccia

Le patologie del fegato più comuni che potrebbero essere la causa del tuo prurito cronico alle braccia sono:

  1. Cirrosi biliare primitiva 
  2. Colangite sclerosante primitiva
  3. Colestasi intraepatica della gravidanza

I ricercatori ipotizzano che il prurito cronico associato a malattie del fegato possa dipendere dalla coesistenza di uno o più di questi fattori:

  • Sali biliari: In presenza di patologie epatiche potresti avere livelli sotto cutanei insolitamente alti di sali biliari. Non tutte le persone con livelli eccessivi di sali biliari sperimentano sintomi pruriginosi cronici.
  • Serotonina: Alcuni studi hanno dimostrato che questo neurotrasmettitore è in grado di alterare la percezione del prurito. 
  • Istamina: Alcuni pazienti con livelli eccessivi di istamina nel corpo potrebbero sperimentare attacchi cronici pruriginosi.
  • Fosfatasi alcalina sierica: I soggetti con sintomi pruriginosi cronici che dipendono dalla presenza di  patologie del fegato potrebbero avere livelli di fosfatasi alcalina sierica elevati
  • Acido lisofosfatidico (LPA): L’autotassina è un enzima specifico che porta alla formazione dell’LPA. Persone che hanno livelli di prurito alle braccia correlate a patologie del fegato potrebbero avere livelli di questo enzima eccessivamente alti nel corpo.

Come devo trattare il prurito causato da malattie del fegato?

Il prurito alle braccia causato da malattie del fegato probabilmente non migliorerà da solo, tuttavia ci sono tutta una serie di suggerimenti che possono migliorare drasticamente il tuo problema.

Evita di graffiarti

È assolutamente di vitale importanza evitare di grattarsi, poiché potresti peggiorare i sintomi pruriginosi in corso.

Tagliati costantemente le unghie in modo da ridurre al minimo il rischio di grattarti e lesionarti la cute, così da evitare il rischio di possibili infezioni.

Se durante la giornata ti accorgi che ti stai continuamente grattando, potresti coprirti la pelle. Durante la notte potresti utilizzare un paio di guanti.

Ecco alcuni accorgimenti molto utili che puoi utilizzare per ridurre al minimo irritazioni e possibili danni alla cute:

  • Non fare docce eccessivamente calde, poiché il caldo può peggiorare ulteriormente i tuoi sintomi pruriginosi.
  • Non stare troppo tempo al sole
  • Utilizza detergenti biologici che non contengano al loro interno sostanze chimiche aggressive che possono peggiorare ulteriormente il tuo prurito.
  • Utilizza creme idratanti e nutrienti bio per combattere l’eccessiva secchezza dell’epidermide
  • Evita di entrare in contatto con sostanze o materiali che possono irritare la pelle

Disintossica il fegato in profondità

Una delle cause più comuni di prurito alle braccia è riconducibile a disturbi del fegato.

Prendi in seria considerazione di utilizzare un buon integratore alimentare a base di componenti vegetali in grado di disintossicare e depurare il fegato in profondità, in modo tale da eliminare i sintomi pruriginosi.

Numerosi studi hanno dimostrato che le erbe migliori per disintossicare il fegato sono:

  • Tarassaco 
  • Ortica
  • Cicoria

NOTA BENE: Il fegato è la ghiandola depurativa più grande del corpo umano. Svolge il compito importantissimo di drenare il sangue, eliminare le tossine, nonché metabolizzare correttamente i carboidrati. Tutte le persone dovrebbero almeno una volta all’anno disintossicare il fegato.

Utilizza una crema specifica contro il prurito

Questa crema è priva di cortisone, sostanze aggressive, profumi e conservanti. L’azione sinergica dei suoi componenti riduce istantaneamente tutti i sintomi pruriginosi percepiti.

Ideale per le persone con dermatiti, eczemi, prurito, rossore e reazioni allergiche.

Come posso capire se il prurito alle braccia è causato da disturbi del fegato?

Il prurito associato a patologie epatiche tende a peggiorare durante le ore serali. Alcuni pazienti possono sperimentare sintomi pruriginosi specifici in un’area (braccia, mani, gambe ecc..) oppure sperimentare sintomi pruriginosi in tutto il corpo.

Generalmente, il prurito alle braccia causato da un disturbo del fegato non porta a eruzioni o lesioni cutanee. 

I sintomi pruriginosi possono aggravarsi eccessivamente in presenza di:

  • Esposizione eccessiva a fonti di calore o luce solare
  • Forte stanchezza psicofisica
  • Presenza di mestruazioni

Altre cause che potrebbero causare prurito alle braccia

Poiché sono molti i fattori che possono portare a sviluppare prurito cutaneo, adesso ti andrò ad elencare tutte le cause pruriginose non correlate a disturbi del fegato, che includono:

  • Pelle eccessivamente secca ( xerosi cutanea)
  • Utilizzo di specifici medicinali, come oppioidi, statine ecc..
  • Presenza di disturbi cutanei, come eczema, dermatite o psoriasi
  • Reazioni allergiche a detergenti, prodotti per la bellezza, prodotti per la casa ecc..

Domande più frequenti

Il prurito potrebbe essere un sintomo della presenza di un tumore?

No

Se il prurito dipende dalla presenza di sali biliari nel corpo, quele terapia mi verrebbe prescritta dal dottore?

In questo caso il dottore ti potrebbe prescrivere la Rifampicina (Rifadin). Questo medicinale inibisce gli acidi biliari. 

Lo sfogo cutaneo può dipendere da un malessere epatico?

Si, sebbene esistano molti disturbi cutanei che si manifestano con sfoghi o lesioni cutanee

Il prurito cronico percepito alle braccia potrebbe dipendere da disturbi del fegato?

Si, soprattutto se il prurito da te percepito aumenta nelle ore serali e non presenta lesioni della cute. NOTA BENE: Se ti gratti continuamente è normale che escano lesioni o sfoghi cutanei!

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona. Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei