>

Camminare dopo un’isterectomia: La guida per riniziare in completa sicurezza

Hai appena subito un’isterectomia e non vedi l’ora di tornare a camminare e a fare sano esercizio fisico?

Camminare dopo un’isterectomia è solitamente una delle migliori forme di esercizio generale per la maggior parte delle donne, infatti è una forma di esercizio a basso impatto, che genera una minima pressione sulla ferita, promuovendone la completa guarigione.

I vantaggi di camminare dopo un’isterectomia sono molteplici, tra cui:

  • Migliora la condizione fisica e riduce al minimo il declino della forma fisica. 
  • Rischio ridotto di coaguli di sangue nelle vene profonde delle gambe (TVP) 
  • Funzione intestinale migliorata,   riduzione del dolore e del gonfiore addominale
  • Miglioramento dell’umore
  • Sensazioni di benessere ed energia
  • Migliora la postura.
  • Alleviare il dolore lombare e la rigidità articolare.
  • Aumenta la circolazione sanguigna dell’organismo.

Guida completa per ritornare a camminare dopo l'isterectomia

Prima di intraprendere il tuo percorso che ti riporterà a camminare, fai molta attenzione alle indicazioni fatte dal chirurgo, infatti, ogni storia è diversa e prima di intraprendere un dato percorso riabilitativo conviene chiedere un parere medico al fine di non fare alcun  danno. Fatta questa premessa, la ricerca scientifica è d’accordo in modo unanime nell’affermare che il riposo a letto prolungato dovrebbe assolutamente essere vietato dopo un intervento  ginecologico.

Il tuo programma di riabilitazione dipende da molti fattori come la tua forma fisica preoperatoria, il tipo di intervento chirurgico, la salute generale e le complicanze postoperatorie.

Ora trascriverò settimana per settimana il livello di camminata che solitamente una donna è in grado di raggiungere senza nessuna complicanza.

Quello che leggerai non intende per nessun motivo sostituire le indicazioni di un dottore, è molto importante che tu capisca questa cosa.

Dopo la prima e seconda settimana di dimissione dall'ospedale

Dopo la prima settimana di dimissioni, solitamente le donne possono effettuare brevi passeggiate di circa cinque minuti alla volta a intervalli durante il giorno.

Entro la fine della seconda settimana, di solito è opportuno mirare a dieci minuti di cammino continuo, ma questo varia da donna a donna.

Settimane 2-4

La maggior parte delle donne può aumentare la propria camminata continua di circa cinque minuti alla settimana dopo l’intervento. Entro la fine della quarta settimana potresti essere in grado di eseguire venti minuti di camminata continua.

Ascolta il tuo corpo e non forzare mai l’andatura. Il disagio durante o dopo la camminata può essere un’indicazione che hai esagerato un po ‘e che devi ridurre la velocità e il tempo trascorso a camminare.

Dopo la camminata dovresti sentirti energica e piena di vitalità. 

Settimane 4-6

Entro sei settimane dall’isterectomia molte donne possono camminare continuamente fino a trenta minuti. Ancora una volta ricorda che tutti progrediscono a ritmi diversi, quindi segui le cose al tuo ritmo.

Se non sei in grado di gestire una passeggiata lunga, potresti trovarti meglio a suddividere le tue passeggiate, in un paio di passeggiate più brevi durante il giorno.

Settimana 7

Quando avrai il permesso dal tuo ginecologo di poterti esercitare a tuo piacimento, potresti voler iniziare ad aumentare gradualmente la velocità della tua camminata e la distanza percorsa.

La guarigione completa richiede in media circa tre mesi, quindi è necessario continuare a far progredire gradualmente il programma di camminata, soprattutto durante questo periodo

Suggerimenti per la terapia fisica per camminare in sicurezza dopo l'isterectomia

Questi suggerimenti ti aiuteranno a camminare in sicurezza durante il recupero:

  • Chiedi l’approvazione del tuo ginecologo prima di iniziare a camminare dopo un’isterectomia
  • Se un esercizio ti causa disagio, interrompilo immediatamente
  • Cammina su superfici piane ed evita le colline ove possibile
  • Indossa calzature di supporto che ti aiutino ad evitare bruschi traumi
  • Evita di camminare ripetutamente sul tapis roulant, ove possibile, a favore di camminare all’aperto
  • Evita di camminare troppo in una direzione poiché devi tornare a casa a piedi
  • Brevi passeggiate regolari sono preferibili a lunghe passeggiate soprattutto nelle prime 6 settimane dopo l’intervento
  • Ascolta il tuo corpo e riposa se sei molto stanco o provi disagio
  • Se provi disagio durante o dopo l’esercizio, probabilmente hai fatto troppo. In questo caso fermati, riposati e la prossima volta rendi le cose più facili.
  • Esercitati al tuo ritmo poiché le donne progrediscono a velocità diverse dopo un intervento di isterectomia o prolasso. Evita di confrontare la velocità con cui progredisci dopo l’intervento con qualcun altro.
  • Fai progredire l’esercizio gradualmente per assicurarti di sentirti a tuo agio . Aumenta gradualmente l’esercizio di camminata man mano che il tuo corpo guarisce e in base alla tua vitalità.
  • Combina gli esercizi con il riposo. 
  • Contatta il tuo ginecologo se hai particolari preoccupazioni durante l’esercizio.

 

Rinforza il pavimento pelvico

Ulteriori domande

Dopo l’isterectomia si ingrassa o si dimagrisce?

Ogni donna ha una storia a sè, infatti, alcune potrebbero dimagrire, mentre altre aumentare di peso.

Approfondisci l’argomento qui

Quanto dura la convalescenza dopo l’isterectomia?

Se abbiamo subito l’intervento di isterectomia totale addominale, la convalescenza avverrà nel giro di 7-9 settimane, mentre se abbiamo subito l’isterectomia totale vaginale il tempo di convalescenza avverrà in 6-7 settimane.

Quando si possono riprendere i rapporti sessuali dopo l’isterectomia?

Solitamente le donne possono riprendere una normale attività sessuale dopo 5-7 settimane dall’intervento, ma prima di procedere, occorre aspettare il controllo ginecologico post-operazione.

Quanto tempo occorre per guarire internamente dopo l’isterectomia?

 I punti interni utilizzati nell’isterectomia vaginale si dissolveranno naturalmente. La ferita guarirà in una settimana circa, ma la ferita interna richiederà più tempo. Questo è il motivo per cui il periodo di recupero può richiedere fino a dodici settimane .

Condiderazioni finali

Dopo l’isterectomia è normale avere fretta di reiniziare a fare esercizio fisico, come il semplice camminare, ma occorre seguire le indicazioni del proprio chirurgo e non bruciare le tappe, per non incorrere in spiacevoli effetti collaterali.

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona.Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei