>

La blefarite è causata da un sistema immunitario debole?

La blefarite è una condizione oculare che colpisce maggiormente le persone con un sistema immunitario debole? Scopriamolo subito!

La blefarite è un’infiammazione delle palpebre. In questo disordine oculare le palpebre diventano rosse, irritate e pruriginose, con squame simili alla forfora che si formano sulle ciglia. Sebbene questa condizione sia causata solitamente da infezioni batteriche, ci sono altre cause che possono portare a questa condizione oculare, come reazioni allergiche ai cosmetici o una produzione irregolare di olio da parte della ghiandola palpebrale.

Esistono due tipi di blefarite:

Blefarite anteriore: La blefarite anteriore si verifica sul bordo anteriore esterno della palpebra dove si attaccano le ciglia.

Blefarite posteriore: La blefarite posteriore colpisce il bordo interno della palpebra che tocca il bulbo oculare.

Quali sono le cause della blefarite?

La blefarite anteriore è comunemente causata da batteri (blefarite stafilococcica), o forfora del cuoio capelluto e delle sopracciglia (blefarite seborroica). Questi batteri si trovano comunemente sul viso e sulle palpebre, tuttavia se diventano eccessivi o l’area palpebrale reagisce male alla loro presenza, può avvenire un’infezione. Sebbene le infezioni possano colpire anche i soggetti sani, studi hanno dimostrato che i soggetti maggiormente esposti a questa tipologia di blefarite sono le persone con un sistema immunitario debole e depresso. 

La blefarite posteriore si verifica quando le ghiandole delle palpebre producono olio in modo irregolare (blefarite di Meibomio). Questo malfunzionamento nella produzione dell’olio crea un ambiente favorevole per la crescita batterica. La blefarite posteriore può anche svilupparsi a seguito di altre condizioni della pelle, come la rosacea o la dermatite seborroica. Anche in questo caso si è scoperto che le persone maggiormente esposte a queste condizioni cutanee sono quelle caratterizzate da una debolezza del sistema immunitario.

Nota bene: Anche lo stress può essere la causa di infiammazione delle palpebre (blefarite da stress)

Quali sono i sintomi più comuni dell'infiamamzione palpebrale?

I soggetti con infiammazione alle palpebre possono sperimentare uno o più di questi sintomi:

  • sensazione granulosa o di bruciore agli occhi
  • lacrimazione eccessiva
  • forte prurito nella regione palpebrale
  • secchezza oculare
  • palpebre rosse, gonfie e infiammate
  • formazione di croste sulle palpebre
  • sensibilità alla luce
  • sensazione che ci sia qualcosa sopra o dentro agli occhi

Per alcune persone la blefarite causa solo irritazione e debole prurito. Tuttavia, può portare a sintomi più gravi, come offuscamento della vista, disturbi visivi, o infiammazione di altri tessuti oculari, in particolare quella della cornea. Toccando e strofinando l’area irritata, può anche verificarsi un’infezione secondaria.

Diagnosi dell'infiammazione delle palpebre

La blefarite può essere diagnosticata attraverso un esame oculistico completo . I test, con particolare attenzione alle palpebre e alla superficie anteriore del bulbo oculare, possono includere:

  • Anamnesi del paziente per determinare eventuali sintomi che il paziente sta manifestando o qualsiasi problema di salute generale che possa contribuire al problema agli occhi.
  • Esame esterno dell’occhio, compresa la struttura delle palpebre, la consistenza della pelle e l’aspetto delle ciglia.
  • Valutazione dei margini palpebrali, della base delle ciglia e delle aperture delle ghiandole di Meibomio utilizzando luce intensa e ingrandimento.
  • Valutazione della quantità e della qualità delle lacrime per verificare eventuali anomalie.

Un medico di optometria può determinare il tipo di blefarite in base all’aspetto dei margini palpebrali. I diversi tipi e sintomi sono i seguenti:

  • I pazienti con blefarite stafilococcica presentano frequentemente palpebre leggermente appiccicose, margini palpebrali ispessiti e ciglia mancanti e orientate male.
  • I pazienti con blefarite seborroica presentano scaglie o squame untuose intorno alla base delle ciglia e un lieve arrossamento delle palpebre.
  • I pazienti con blefarite ulcerosa hanno croste arruffate e dure intorno alle ciglia. La rimozione delle croste lascia piccole ferite che trasudano e sanguinano. Questi pazienti possono anche sperimentare perdita di ciglia, distorsione dei bordi anteriori delle palpebre e lacrimazione cronica. Nei casi più gravi, la cornea (la copertura anteriore trasparente del bulbo oculare) si infiamma.
  • I pazienti con blefarite di Meibomio hanno un blocco delle ghiandole sebacee nelle palpebre, lacrime di scarsa qualità e arrossamento del rivestimento delle palpebre.

Cura della blefarite

È sottinteso che in caso di infiammazione delle palpebre occorre consultare immediatamente uno specialista.

Utilizza impacchi alle erbe per disinfiammare la zona oculare

Utilizza sostanze naturali da utilizzare come impacchi per ridurre l’infiammazione della regione palpebrale.

Le erbe che si prestano maggiormente a questo uso antinfiammatorio sono la camomilla e la malva, grazie alle loro proprietà lenitive, astringenti e antinfiammatorie. Puoi preparare decotti in cui immergere un pezzetto di garza sterile. Prima di applicare la garza sulla zona palpebrale, mi raccomando di aspettare che il decotto si raffreddi.

Anche curare l’alimentazione può essere un fattore fondamentale per ridurre l’infiammazione.
  • Consuma durante la giornata frutta, verdura e succhi vegetali
  • Non consumare sostanze infiammatorie, come alcolici, fumo, cereali raffinati, carne rossa, latticini ricchi di grassi saturi, carni trasformate, e tutti i cibi confezionati (torte, dolci, gelati, biscotti ecc,,)
  • Bevi almeno 1.5-2 litri di acqua minerale naturale al giorno

Per prevenire la blefarite, o favorire la sua guarigione:

  1. Lavati il viso ogni giorno
  2. Prima di andare a letto elimina sempre il trucco dal viso
  3. Utilizza cosmetici che siano bio, e privi di sostanze chimiche che possono favorire l’infiammazione delle palpebre
  4. Non toccarti gli occhi con le mani sporche
  5. Non grattarti le palpebre
  6. Un eccesso di forfora può favorire questa condizione. Se fosse il tuo caso, utilizza uno shampoo specifico contro la forfora.
 

Che correlazione c'è tra blefarite e il sistema immunitario?

Molti ricercatori concordano che la blefarite è una condizione infiammatoria che colpisce prevalentemente persone con sistema immunitario debole.

A favore di ciò, le cause più comuni di blefarite, come infezioni, dermatite seborroica, stress, rosacea ecc.. sono causate da una debolezza del sistema immunitario.

Il migliore rimedio naturale per la cura della blefarite è quello di migliorare la risposta immunitaria, tramite il consumo di erbe e nutrienti utili a supportare il sistema immunitario.

Dopo aver testato molti prodotti sul mercato, noi del team Benessere abbiamo decretato che il miglior prodotto in assoluto per rinforzare il sistema immunitario è Immunocomplex.

Immunocomplex è un preparato naturale al 100 % ideato appositamente per migliorare la risposta immunitaria dell’organismo.

Questo prodotto rivoluzionario contiene al suo interno ben 25 erbe e 6 vitamine che forniscono all’organismo la massima protezione da qualsiasi agente indesiderato.

Tra questi nutrienti spiccano:

  • Echinacea: Protegge il corpo dagli agenti esterni
  • Vitamina C: Contribuisce al normale funzionamento del sistema immunitario e al metabolismo energetico, aiuta a proteggere le cellule dallo stress ossidativo e riduce l’affaticamento e la stanchezza cronica.
  • Zinco: Contribuisce al normale funzionamento del sistema immunitario, contribuisce al normale metabolismo dei macronutrienti e dei carboidrati.
  • Selenio: Contribuisce al normale funzionamento del sistema immunitario e alla protezione delle cellule dallo stress ossidativo.
  • Bioflavonoidi: Sostiene un sistema immunitario sano. I flavonoidi sono antiossidanti naturali che rinforzano la salute. Aiutano a mantenere una circolazione venosa sana e aiutanno a mantenere sane le articolazioni.

Oltre a favorire la guarigione della blefarite un sistema immunitario sano contribuisce a:

  • migliorare le funzioni digestive
  • aumentare i livelli di energia e vitalità durante la giornata
  • migliorare la salute globale del corpo a 360 gradi!

Domande più frequenti

A quali complicanze può portare la blefarite?

Problemi alle ciglia: La blefarite può portare a far cadere le ciglia, o farle crescere in modo anomalo.

Problemi di cute alle palpebre: A causa di questa infiammazione palpebrale potrebbero svilupparsi delle cicatrici su questa zona di pelle.

Porcile: È un’infezione che si sviluppa vicino alla base delle ciglia. Il risultato è un nodulo doloroso sul bordo della palpebra. Un porcile è solitamente più visibile sulla superficie della zona palpebrale.

È vero che i soggetti con un sistema immunitario debole sono maggiormente soggetti alla blefarite?

Studi hanno dimostrato che un sistema immunitario depresso non è in grado di far fronte ai batteri o ad altre patologie, come la dermatite seborroica e la rosacea, cause comuni di infiammazione alle palpebre.

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona. Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei