>

Il carbone vegetale è cancerogeno?

Il carbone vegetale è cancerogeno? Scopriamolo in questo articolo!

Il carbone attivo è diventato molto popolare nel campo della salute e del benessere negli ultimi anni.

A differenza del “normale carbone”, che è comunemente usato per grigliare e filtrare l’acqua, il carbone attivo viene ossidato, aumentando la sua porosità e l’area superficiale. 

Il carbone vegetale è un rimedio naturale utilizzato per combattere specifiche problematiche digestive, come flatulenza, meteorismo addominale e disturbi del tratto intestinale. 

Il carbone vegetale, noto anche con il nome di carbone attivo o carbone attivato, è un prodotto che deriva dalla combustione del legno ad alte temperature.

Il carbone attivo è un rimedio naturale utilizzato per legare le tossine e le altre sostanze chimiche presenti nel corpo al fine di impedirne l’assorbimento. 

La porosità del carbone attivo consente a molte sostanze di essere adsorbite e intrappolate.

In sostanza, il carbone attivo possiede una carica negativa che intrappola le tossine con carica positiva. Quando il carbone attivo viene lavato via o espulso dal sistema, porta con sé le tossine e le sostanze chimiche che ha intrappolato precedentemente.

Il carbone vegetale è cancerogeno?

Ad oggi non esiste nessun studio scientifico che possa affermare che l’ingestione di carbone attivo possa favorire la formazione di cancro o forme tumorali maligne, anzi, diversi studi hanno dimostrato che il consumo di carbone vegetale può essere un ottimo rimedio naturale per migliorare la digestione e la salute della pelle.

Possiamo dire con assoluta certezza che il carbone attivo non è cancerogeno! Andiamo a scoprire nel dettaglio tutti benefici derivati il consumo del carbone attivo.

Benefici del carbone attivo

Ecco gli usi più comuni del carbone vegetale:

Veleno

Il carbone vegetale viene utilizzato per promuovere l’eliminazione di tossine e sostanze indesiderate in casi di avvelenamento o sovradosaggio. Se stai riscontrando un avvelenamento o un’overdose, chiama immediatamente il 911. Non tentare di trattare queste problematiche in modo autonomo con il carbone attivo. 

Cura della pelle

La cura della pelle e il trattamento dell’acne sono tra gli usi più popolari del carbone attivo. 

Le maschere al carbone vegetale vengono utilizzate per eliminare sporco e tossine dai pori. 

Igiene dentale

Ad alcune persone piace lavarsi i denti con uno spazzolino bagnato imbevuto di polvere di carbone attivo per sbiancare i denti e migliorare la salute orale. 

Sebbene non ci siano studi definitivi, alcuni ricercatori ipotizzano che il carbone possa assorbire la placca e le sostanze che causano le macchie dentali.

Migliora la digestione

Il carbone attivo viene anche utilizzato per migliorare la digestione, nonché il problema della flatulenza e del gonfiore addominale.

Il carbone vegetale fa dimagrire?

No, il consumo di carbone vegetale non favorisce la perdita di peso, tuttavia se il tuo eccesso di peso dipende da problemi digestivi, allora il consumo di questo integratore naturale potrebbe aiutarti indirettamente a perdere qualche Kg.

Domande più frequenti

Il carbone vegetale fa male al fegato?

No

Carbone vegetale e tiroide: Che correlazione esiste?

Il carbone vegetale non nuoce alla ghiandola tiroidea, tuttavia se soffri di ipotiroidismo e stai assumendo la levotiroxina, l’assunzione di carbone vegetale potrebbe interferire con il normale assorbimento del medicinale.

Il carbone vegetale fa male allo stomaco?

No, il carbone vegetale fa molto bene allo stomaco, poichè combatte efficacemente il colon irritabile, il problema della pancia gonfia, la flatulenza ed altri problemi digestivi.

Il carbone vegetale è cancerogeno?

No, non è cancerogeno

Team Benessere

Nata e cresciuta a Rosignano Solvay , appassionata da sempre per tutto quello che ruota intorno al benessere della persona. Biologa, diplomata all'I.T.I.S Mattei